Le scrivanie delle blogger (parte 3)



Ed eccoci qui, con altre 10 blogger che hanno risposto al mio invito di mostrare i loro uffici in casa!
Anche in questo caso, troviamo le organizzate e le “arrangiate”, le ordinate (ma sarà vero o hanno riordinato apposta per fare la foto??) e quelle che credono nel caos creativo 😀
Alcune storie sono molto interessanti 🙂 mi raccomando, leggetele e non limitatevi a guardare le foto 😛
In ogni caso, una cosa è sicura… basta poco per crearsi il proprio spazio ideale nel quale far prendere forma alle idee!
Ps: se ve le siete perse, leggete anche “Le scrivanie delle blogger”  PARTE 1 e PARTE 2
Iniziamo!

C’ERA UNA VODKA (di Lucrezia Sarnari): http://www.ceraunavodka.it

scrivania ceraunavodka

Giornalista marchigiana, vivo a Perugia praticamente da sempre, ma sogno di invecchiare in una metropoli. Da quando sono mamma di Pit sono diventata più produttiva senza per questo riuscire a essere più ordinata (e la mia scrivania ne è la prova)
Dopo quattro anni sono ancora alla ricerca di quel famoso (e sopravvalutato) istinto di maternità e ne scrive nel mio blog. Compro più libri di quanti non riesca a leggere e vorrei fare la stessa cosa con le scarpe. Lavoro come freelance collaborando con alcuni siti e riviste. Ancora non ho deciso se vorrei rinascere nei panni di Joanne Rowling o in quelli di Kate Moss. Nel frattempo provo a godermi quelli del mio armadio. Sogno un comitato di liberazione mamme in cui ci troveremo tutte insieme a manifestare per il diritto di bere ancora vodka. Anche dopo i figli.


LA MORA ROMAGNOLA (di Claudia Martinelli) http://www.lamoraromagnola.it

scrivania-2

Il mio spazio di lavoro è semplicemente… Il tavolino del salotto.

Portatile alla mano sempre, poi penne, scheda sd, quaderno per gli appunti, un libro che mi aiuta tanto quando devo sviluppare delle ricette con ingredienti ben precisi e che contiene mille idee per abbinare i sapori più diversi.

Telecomando sempre disponibile (non si vede in foto? Ovvio, l’avevo perso per la decima volta nella giornata) perché lavoro sempre con la tv accesa e programmi di crime in sottofondo, credo di aver visto ogni singolo episodio di Law & Order mai girato.

Più spostato, vicino  alla finestra, il cavalletto e lo spazio dove allestisco i set fotografici per le foto di cibo e più in generale quelle che corredano i miei articoli.


LOREDANA AMODEO (di loredana): http://www.loredanamodeo.it

loredana amodeo

Benvenuti nel mio mondo fatto di pastelli e penne colorate, di scatti rubati e appunti scarabocchiati qui e là. Il mio “ufficio” E’ proprio qui, nella mia grande tavola del soggiorno: perché oltre che pasticciare disegni e parole sul mio blog io sono anche una copywriter, una SEO specialist, un’illustratrice e una fotografa, e tutto si sviluppa proprio tra quelle sedie rosa, su quell’agenda, su quel pc perennemente aperto, con la tavoletta grafica, le mie matite, la macchina fotografica (e solo per scattare lascio la mia postazione!)

La vita lavorativa da casa mi soddisfa? La risposta è sì, gestisco i miei tempi in autonomia e mi lascio guidare dalla creatività: se mi acchiappa l’ispirazione nel cuore della notte io mi alzo e raggiungo il mio angolo di mondo, dove mi sento a mio agio e padrona di me stessa. Mi manca il contatto con la gente? No, in questa fase particolare della mia vita no. Ho tutto quello che mi serve intorno a me, sul mio tavolo bianco e su una sedia rosa messa di fianco alla mia, che viene occupata molto spesso dal mio bambino! Appena lui andrà all’asilo potrei sentire l’esigenza di cambiare lo stato delle cose, ma adesso va benissimo cosÏ.

Grazie Silvia per avermi permesso di portarvi un po’ dentro al mio mondo e per avermi fatto scoprire tutte queste interessanti donne social.


SWEET AS A MOM (DI Elisa Pagnamenta ) sweetasamom.wordpress.com/

postazione blogger sweetasmom

Quando diventi mamma (ed io sono una mamma Bis) ecco che, qualsiasi posto va bene pur di riuscire (sicuramente con qualche distrazione in più!) a portare avanti le proprie passioni, i propri progetti e il proprio lavoro.
Anche la mia postazione di lavoro rispecchia la mia filosofia di vita. Improntata su un consumo responsabile ed ecosostenibile utilizzando prodotti di cosmesi naturali che sostengono il nostro corpo e rispettano le altre persone, gli animali e la natura. Inoltre prediligo per i miei figli i giochi in legno (come potete ben notare dalla location della foto) per un mondo più verde, naturale e migliore; per me e per tutta la mia famiglia.
Questo è quello di cui parlo nel mio Blog.

TALE MADRE TALE FIGLIA (di Donatella): http://www.talemadretalefiglia.net

FullSizeRender-2

Di solito scrivo post per il blog o edito video nella mia cucina perché riesco a dedicare del tempo a questo mio hobby solo la mattina all’alba.
Diciamo dalle 4:30 alle 7:00 circa perché poi scappo in ufficio, quindi lo faccio quando in casa tutti dormono e la cucina è il luogo più distante dalla zona letto. La foto è stata scattata nel weekend durante il quale ho un’ora nel pomeriggio che coincide con il mini riposino di mia figlia, per questo ci sono le liquirizie a farmi compagnia.
Oltre al portatile ho le cuffie per i video, il cellulare, il bicchiere per l’acqua, il planning settimanale e il block notes nel quale prendo appunti durante il giorno.


CENTOPERCENTO MAMMA (di Cristiana Calilli) http://www.centopercentomamma.it

scrivania 100percentomamma

Questo è il mio caos creativo, quello in cui sono nati i progetti che mi hanno permesso di cambiare lavoro e di inseguire i miei sogni.
Oggi sono blogger e consulente di comunicazione digital a tempo pieno, scrivo di argomenti che amo (lifestyle e vaiggi per famiglie, maternità, me stessa), viaggio per lavoro tra eventi e convegni, partecipo a progetti nei quali metto il cuore e non smetto mai di imparare.
E da questo caos creativo, unito al caos di un’altra persona che vive molto lontano da me, sta nascendo un nuovo progetto.
Mai ferma, sempre con lo sguardo rivolto in avanti, circondata dai miei colori e dal mio casino.


ARCHILU (di Chiara Lucarini) http://www.archilu.com

scrivania

Come scrivania ho scelto la vecchia “Singer” di Nonna Marcella: lei ci cuciva…io adesso la uso come postazione di lavoro da casa: mi fa sentire in famiglia!
Nella vita mi occupo di ristrutturare appartamenti, disegno sempre al computer e da poco ho iniziato anche a scrivere un blog ” che parla di bambini, architettura e design.
Mi piace dare nuova vita agli oggetti antichi, ho sempre accanto riviste, pennarelli e qualche strano oggetto capitato lì per caso non so nemmeno io bene perché.


STATO DI GRAZIA A CHI? (di Giorgia) http://www.statodigraziaachi.com

stato_di_grazia_a_chi

Quando andavo all’Università, prima di mettermi sui libri di Diritto, mi pulivo ed ordinavo la scrivania. Sistemavo bene bloc-notes, quadernoni, appunti ed evidenziatori.
Aprivo le tende, spalancavo il balcone (se era primavera) perché la luce, l’aria, i profumi potessero circolare e darmi energia.
Sapevo che avrei passato molte ore a studiare, per cui mi organizzavo affinché l’ambiente fosse confortevole.
Oggi, invece, vent’anni dopo, mi ritrovo a lavorare da casa. Niente evidenziatori, colori, libroni e balconi aperti.
Solo pc, un’agenda per segnarmi idee improvvise, e postazioni itineranti. Cucina, Soggiorno, Divano o Letto.
Dove è possibile rifugiarsi per qualche fugace minuto di silenzio.
Senza orari e con piccole dolci distrazioni sempre dietro l’angolo!

BIMBI UNIVERSE (di Laura Zampella): http://www.bimbiuniverse.com

scrivania bimbiuniverse

Quando ho cominciato a lavorare da casa avevo una stanza tutta mia, quella che in famiglia chiamiamo proprio “l’ufficio”: una stanza tutta per me con il mio bel computer. Poi è successo che quella stanza diventasse un luogo conteso perché le ore passate a lavorare da casa da parte di mio marito sono aumentate e così io sono stata “costretta” a cedere il mio spazio e anche il mio computer visto che non me lo potevo portare in giro.
Per un po’ ho lavorato in sala con l’ipad ma è stato uno dei momenti più difficili perché se è vero  che l’ipad ha molte funzioni, usarlo come strumento di lavoro non è proprio il massimo! Senza contare che spesso era anche un oggetto “conteso” dalle mie figlie perché volevano usarlo per i loro giochi, i loro cartoni…e non capivano che invece per me era importante per fare altro!
Cosi con l’avvicinarsi del mio compleanno è arrivato il Regalo con la R maiuscola perché ha decisamente cambiato il mio modo di lavorare: il portatile! E così  mi sono creata anche il mio spazio: il tavolo della sala dal lunedì al venerdì diventa la mia postazione di lavoro, un po’ disordinata forse, ma la sola in cui io riesco a concentrarmi e isolarmi dal resto del mondo!

JUST4MOM (di Laura Latino) http://www.just4mom.it

laura latino just4moms

Itinerante.

La mia vita è un viaggio e la mia postazione viaggia con me.
La mia postazione è ovunque arrivi l’ispirazione e fintanto che c’è.
La mia postazione è gioia e dolore, colore, nostalgia, pioggia e sole.

La mia postazione è la nostra. Sempre in movimento, ma sempre insieme. Io e te. Lavinia.


4 comments on Le scrivanie delle blogger (parte 3)

  1. Claudia
    28 Febbraio 2017 at 12:00 (5 anni ago)

    Mi piace molto vedere come lavorano le altre! :D( Si, io ho riordinato per la foto ma l’ho fatto sennò chiamavi i servizi sociali…)

    Rispondi
  2. elisa
    28 Febbraio 2017 at 13:09 (5 anni ago)

    Bellissimo articolo

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.