Non lo buttare quel panino col salame! (Quello che penso sull’allarme carne)

Stamattina, leggendo su facebook i vari post di amici e conoscenti e vedendo il tipo di link ricondivisi a raffica a proposito della notizia “carne rossa e insaccati=cancro” Da persona che già da qualche anno ha drasticamente diminuito il consumo di carne ma decisamente contraria agli inutili allarmismi (così come anche a chi nega l’evidenza però!), ho riportato le mie considerazioni in uno status che ripubblico anche qui, perché mi piacerebbe sapere cosa ne pensate:

insaccati cancerogeni

La foto che ho modificato aggiungendo il fumetto l’ho trovata qui

Interessante questo fatto che ora che l’OMS ha stabilito con certezza che la carne rossa è cancerogena, le stesse persone che sono contrarie ai vaccini e pro omeopatia (nonostante l’OMS abbia stabilito che i primi sono importanti e la seconda una truffa) non facciano altro che ricondividere la notizia proprio puntando sull’autorevolezza della fonte…
Ma come? Per una cosa l’OMS è sinonimo di affidabilità e certezza scientifica e per l’altra invece sono tutti venduti e controllati dalle lobby? 😛

Tra l’altro su questa notizia delle carni cancerogene come sempre se ne stanno approfittando tutti per fare terrorismo, ingigantendo il tutto per cavalcare le proprie cause (o guadagnare qualche click).
E’ vero che la carne rossa e lavorata è stata classificata come sicuramente cancerogena, ma questo non vuol dire che mangiarsi un panino col prosciutto equivalga a mangiarsi un panino con l’amianto. Anche se sono entrambi cancerogeni, fanno effetto a concentrazioni molto diverse.
Leggetevi invece l’articolo di Focus http://www.focus.it/scienza/salute/oms-salumi-e-insaccati-ufficialmente-cancerogeni, lì viene spiegato tutto in maniera molto chiara e precisa, senza fare inutili allarmismi e senza paragonare una pistola con la boma atomica.

Vedo anche molti allarmarsi per aver sentito dire che mangiando la carne rossa si ha il 18% di probabilità di sviluppare il tumore. Non è proprio così… ve la mettono così per farvi paura ma quel 18% non vuol dire che tu persona hai il 18% di probabilità di prenderti il tumore. Ma che secondo lo studio il rischio (che è di suo molto basso) aumenta del 18%.
Quindi per fare un esempio…se il rischio era dell’1% (dico un numero a caso perché non lo so) vuol dire che in realtà il rischio èdiventa dell’1,18%.
In pratica quell’1% di rischio aumenta del 18%, ma non che le persone hanno un 18% di probabilità di ammalarsi

Inoltre per usare un esempio dell’articolo di Focus: anche andare in macchina è pericoloso e potenzialmente mortale, ma questo non vuol dire che se vai in macchina sicuramente morirai in un incidente. Inoltre si può abbassare ulteriormente questo rischio stando entro i limiti di velocità, rispettando il codice e mettendo la cintura di sicurezza.
Lo stesso vale per la carne. Se si limita la quantità e si consuma con consapevolezza, i rischi si abbassano molto.

E’ in ogni caso importante sapere che rischi comporta mangiarne più della dose consigliata, proprio per evitare che per ignoranza si arrivi a mangiarne dosi pericolose (che comunque non è detto che siano al 100% mortali, solo che il rischio aumenta di molto)!
Quindi anche negare uno studio scientifico solo perché “mio nonno fumava e mangiava pane e salame tutti i giorni ed è campato 80 anni” è sbagliato.
Così come è dire “io mi sono fatto il morbillo e sono ancora vivo” non è una prova che gli antivaccinisti hanno ragione.

Lo studio è scientifico, quindi finché non ne uscirà un altro SCIENTIFICO che lo smentirà, per quanto mi riguarda va preso per buono regolandoci di conseguenza (che come ho già detto, non vuol dire diventare per forza tutti vegani o rinunciare per sempre al panino col salame).

L’unica cosa importante è la consapevolezza basata sui dati reali. Poi uno può anche scegliere di vivere secondo il motto “meglio morire in osteria che morire in farmacia” ;D

PS: Da leggere anche il post a riguardo di Bufale.net

PPS: (Il discorso dell’eliminare carne e derivati per motivi etici invece è tutt’altra storia…)

 

4 comments on Non lo buttare quel panino col salame! (Quello che penso sull’allarme carne)

  1. Nimerya
    27 Ottobre 2015 at 10:48 (5 anni ago)

    Home
    Chi sono & come contattarmi
    Collaborazioni
    I miei libri
    Vignette da Mamme

    Dottoressa Peluche veterinaria ci svela qual è l’animale più desiderato dai bambini

    Scottanti particolari emergono da una conversazione tra Dottie e Bianchina intercettata dietro le quinte…
    Bambini e animali, cosa vuol dire “crescere con un pet”

    Quali sono i vantaggi e come scegliere l\’animale giusto al momento giusto? E se la cura degli animali venisse insegnata a scuola?
    Non lo buttare quel panino col salame! (Quello che penso sull’allarme carne)

    27 ottobre 2015
    Varie

    10
    0
    0

    Stamattina, leggendo su facebook i vari post di amici e conoscenti e vedendo il tipo di link ricondivisi a raffica a proposito della notizia “carne rossa e insaccati=cancro” Da persona che già da qualche anno ha drasticamente diminuito il consumo di carne ma decisamente contraria agli inutili allarmismi (così come anche a chi nega l’evidenza però!), ho riportato le mie considerazioni in uno status che ripubblico anche qui, perché mi piacerebbe sapere cosa ne pensate:
    insaccati cancerogeni

    La foto che ho modificato aggiungendo il fumetto l’ho trovata qui

    Interessante questo fatto che ora che l’OMS ha stabilito con certezza che la carne rossa è cancerogena, le stesse persone che sono contrarie ai vaccini e pro omeopatia (nonostante l’OMS abbia stabilito che i primi sono importanti e la seconda una truffa) non facciano altro che ricondividere la notizia proprio puntando sull’autorevolezza della fonte…
    Ma come? Per una cosa l’OMS è sinonimo di affidabilità e certezza scientifica e per l’altra invece sono tutti venduti e controllati dalle lobby? ” é esattamente la stessa cosa che ho pensato anche io (e che vale anche sull’allattamento, tra l’altro).
    Per quanto riguarda le carni rosse, ora l’OMS l’ha dichiarato ufficialmente, ma non è che sia una cosa proprio nuova. Il che non vuol dire che si mangia carne rossa e insaccatti ci si becca per forza il cancro, ma giusto ridurre le quantità e non mangiarsi un panino al salame come antipasto e una bistecca da un chilo a pranzo e a cena :p

    Rispondi
    • Nimerya
      27 Ottobre 2015 at 10:50 (5 anni ago)

      Ho fatto un casino col copia-incolla, volevo citare solo la domanda sull’autorevolezza dell’OMS.

      Rispondi
      • Silvia Lonardo
        27 Ottobre 2015 at 11:23 (5 anni ago)

        Ok tranquilla 😀 ho capito e la penso come te ^_^

        Rispondi
  2. Andrew
    8 Agosto 2019 at 16:45 (11 mesi ago)

    Sai pensare bene e scrivere bene.
    Di rado leggo i ‘blog’. Questa lettura e` stata
    istruttiva e rasserenante.
    Complimenti a te e Famiglia!
    Scusa se il tono sembra ‘condiscendente’, non e` cosi`,
    si tratta di semolice entusiasmo in quello che voglio dirvi.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.