Il succo “vivo” che fa bene e piace ai bambini! – Estrattore di frutta Essenzia

Quando sono diventata mamma ho cambiato radicalmente le mie abitudini alimentari.
Se prima non mi ero mai posta il dubbio che fosse un problema nutrirmi solo di piadine, sofficini e pasta con la panna, con la nascita del paciocco qualche dubbio ha iniziato a venirmi… perchè in fondo della mia salute potevo anche fregarmene, ma della sua no. In ogni caso sapevo che non avrei potuto pretendere che mio figlio seguisse un’alimentazione sana se non ci fossi stata io per prima a dare il buon esempio.
Così ho iniziato ad informarmi, a provare cose nuove, ad appassionarmi alla cucina e a capire la differenza tra il riempirsi la pancia con 2kg di gelato o con un pasto bilanciato. Da “mangiawurstel a volontà” sono diventata prevalentemente vegetariana (ve ne sarete accorti dalle ricette che pubblico sul blog) ma attenzione, non fatevi un’idea sbagliata di me!… Non sono una salutista! Le “schifezze” le mangio (mangiamo) ancora, ma in modo più consapevole e contenuto. Insomma, chi mi ha conosciuta prima, sa che miglioramenti ci sono stati (e pure la taglia dei vestiti lo conferma)

Un punto debole però è rimasto: la frutta.
Niente da fare, non riesco proprio a prendere l’abitudine di mangiare frutta… e infatti anche i bambini hanno assorbito questo difetto, soprattutto Daniel che a parte mela e banana non vuole nemmeno assaggiare altri tipi di frutta.
Va però matto per i succhi di frutta… quelli confezionati ovviamente. Sapendo che è uno dei pochi modi in cui assume frutta in casa non mancano mai, e gliene do in genere 2 al giorno (colazione e merenda)…qualche volta ci scappa anche il terzo. Il tutto moltiplicato per due, perché se ne do uno a Daniel devo darlo anche alla sorella. Quindi se ne vanno via dai 4 ai 6 succhi al giorno. Sempre per cercare di limitare i danni, di solito prendo i succhi con una percentuale di frutta dal 70% in su, ma più la % va su e più il prezzo sale, se poi sono anche Bio è inutile che ve lo dica… insomma sti succhi non ci costano poco! E in più nemmeno fanno tanto bene… ma che ci posso fare? Io d’altra parte, non bevo nemmeno quelli.

Poi qualche giorno fa sono stata contattata da siQuri che mi ha proposto di testare un estrattore di frutta: Essenzia.
Onestamente non sapevo nemmeno di cosa si trattava… ma sentendo che si parlava di frutta inizialmente non sapevo se accettare o no. Sul blog infatti faccio sì anche recensioni di prodotti, ma solo di quelli che uso o userei davvero… e visto il mio/nostro rapporto con la frutta non ero sicura che l’avrei usato.

Poi però, come avevo fatto per il cibo, sono andata ad informarmi e a quel punto mi sono detta: perché non l’ho fatto prima??
Come ho fatto a pensare che il non mangiare frutta fosse una cosa, dopotutto, trascurabile? Perché non ho da subito educato i miei figli a mangiare questi preziosi alimenti?

Ho scoperto anche cos’è un estrattore di succo: questo elettrodomestico è in pratica uno strumento che permette di ottenere il succo dagli alimenti, mantenendo però “vive” TUTTE le sostanze benefiche contenute al loro interno (al contrario di quello che succede con frullatori e centrifughe che a causa degli alti giri portano gli ingredienti ad ossidarsi e a perdere nutrienti e vitamine oltre che ad alterarne il gusto).

Riportando quel che è scritto della descrizione: Essenzia non scalda, non centrifuga, non spreme, non frulla.
Estrae succo vivo da frutta e verdura, mantenendo inalterati anche gli enzimi e i micronutrienti più volatili necessari al benessere della persona (vitamine e antiossidanti). 

E’ un estrattore di succo realizzato interamente in Tritan un materiale ecologico di altissima qualità, nonché esente da BPA (bisfenolo A), BPS (bisfenolo S), senza PVC (componente altamente inquinante), senza Ftalati è certificato FDA aprroved come materiali adatti per uso medico e alimentare.

In pratica bere il succo ottenuto con un estrattore equivale dal punto di vista nutritivo, al mangiare un frutto fresco! Ma non solo frutta fresca: anche frutta secca, verdure, spezie… si può mixare praticamente di tutto per ottenere i “cocktail” più disparati! Il ricettario è pienissimo di spunti ma poi le ricette possiamo tranquillamente inventarle o prenderle altrove (ho scoperto che esistono un sacco di blog e libri con tante ricette)
Ma perché non ne avevo sentito mai parlare? Semplice: fino a qualche tempo fa gli estrattori di frutta erano estremamente costosi e il loro prezzo superava i 1000€, erano perciò un privilegio per pochi…senza contare il fatto che erano molto macchinosi e pieni di pezzetti, difficili da pulire. Con il passare del tempo però, come per tutta la tecnologia, si sono evoluti diventando sempre più essenziali, semplici e anche il prezzo ha subito un notevole ridimensionamento…per questo si stanno sempre più diffondendo tra le famiglie.

Così alla fine, curiosa e anche un po’ esaltata all’idea di tuffarmi in questo nuovo mondo, ho deciso di provarlo ed ora eccolo qui!



estrattore di frutta viva essenza

 

Premetto che è la prima volta che mi capita di usare un estrattore di succo, quindi non ho possibilità di fare paragoni con altri prodotti, ma vi dirò in onestà, com’è stata la mia esperienza con l’estrattore di succo vivo Essenzia di Siquri.

Partendo dal punto di vista estetico, mi ha colpito subito il colore: di un verde moderno e lucido che mi piace un sacco. Ha una linea snella e occupa pochissimo spazio (i boccali non vanno lasciati sempre lì sotto), insomma nella mia cucina dallo stile moderno fa la sua bella figura senza intralciare.

E’ composto da pochi pezzi: il gruppo di estrazione (il pezzo nero) è formato da 3 pezzi che si incastrano facilmente e in modo intuitivo tra loro (non mi sono servite le istruzioni), il coperchio, l’unità centrale (verde) con corpo motore da 150W da 40 giri/minuto, il tappo salvagoccia, uno spazzolino per la pulizia, due recipienti da 1,5 litri per la raccolta di succo e polpa e un ricettario pratico di 160 pagine a colori veramente ricco di informazioni (generiche su come abbinare frutta e verdura) e idee sia per quanto riguarda i mix di frutta ma anche per il riciclo degli scarti (che poi “scarti” non sono!)!

estrattore di succo vivo

Le ricette sono spiegate in modo estremamete chiaro, con foto degli ingredienti necessari e dei passaggi passo passo.
Le idee poi non sono affatto banali e viene voglia di provarle tutte (infatti il pomeriggio sono corsa a fare la spesa 😉 )


succo green relax

procedimento succo green estrattore

Una parte è dedicata ai bambini, con dei consigli per fare succhi genuini ma anche dolci e appetitosi per i piccoli palati, come ad esempio quello di arricchire succhi di frutta matura (come mela, pera, uva, melone e anguria) con dei pezzetti di sedano, il cui sapore verrà facilmente nascosto dalla dolcezza dei frutti…lasciando però tutti i benefici dei sali minerali e le vitamine in esso contenute! Oppure il suggerimento di aggiungere yogurt ai succhi di frutta zuccherini per realizzare una bibita perfetta per la colazione estiva.

consigli verdura bambini succhi

 

Ma ora veniamo alla prova pratica! Quando è arrivato l’estrattore non avevo molta frutta in casa, ma non ho resistito alla voglia di provarlo subito, così ho mixato “a occhio” quello che avevo e cioè arancia e mela.
I bambini erano eccitatissimi all’idea di poter fare degli “esperimenti” mischiando varie cose… penso che vedessero l’estrattore come un apparecchio magico in grado di creare pozioni…e in effetti è proprio così!

estrattore di frutta frullati sani bambini

Dopo aver ben lavato la frutta, si può inserire nell’estrattore direttamente con la buccia e i semini (ricchi di polifenoli che verranno spremuti e aggiungeranno quindi ulteriori nutrienti) in quanto l’apparecchio separerà automaticamente la parte solida e polposa dal succo.
Per quanto riguarda i frutti con seme duro (tipo le pesche e le albicocche) invece, vanno prima privati del nocciolo.
Anche gli agrumi è meglio sbucciarli, per il semplice fatto che la loro buccia trasferirebbe nel succo un sapore amarognolo.
Per questo ho sbucciato l’arancia e ho semplicemente tagliato a spicchi la mela.

 

spicchi arancia estrattore

 

Ho posizionato le due caraffe a destra e a sinistra sotto le fuoriuscite, acceso l’estrattore spingendo il bottone sul retro su “on” e con l’estrattore in funzione ho iniziato ad inserire i pezzetti di frutta dall’alto, alternando arancia e mela in modo da rendere il mix omogeneo… Ho usato il tappo per aiutarmi a spingere in fondo la frutta e l’ho usato poi per chiudere il foro mentre si completava la spremitura.

 

succo arancia estrattore

Immediatamentel’estrattore ha iniziato a separare la polpa dal succo, facendo uscire l’una a sinistra e l’altro a destra.
Gli scarti poi, in base al tipo di frutta usata, possono essere riutilizzati all’interno di ricette (tortine, salse, dado vegetale, stuzzichini e molto altro)
Ad un certo punto ho notato che l’ultimo spicchio d’arancia era rimasto in alto senza essere stato spremuto, allora ho premuto il tasto “rewind” per far girare il meccanismo al contrario, poi l’ho mandato di nuovo avanti “sbloccando” così lo spicchio che è stato così recuperato 🙂

estrattore di succo vivo essenzia siquri bambino daniel

Una volta tolta la brocca da sotto il beccuccio per poter versare il succo nel bicchiere, ho inserito il tappo salvagoccia per non sporcare il ripiano sottostante con eventuali goccine

estrattore essenzia tappo salvagoccia

succo di frutta fatto in casa

Bene…abbiamo il nostro succo! Ma ora arriva la parte più difficile: l’assaggio.
Daniel, notoriamente famoso per il non voler assaggiare cose nuove ha voluto questa volta l’orone del primo assaggio….

daniel beve succo arancia

Il responso? Ve lo dice la foto seguente.

daniel approvedDaniel Approved

alyssa bene succoe Alyssa pured

Ovviamente poi l’ho assaggiato anch’io e confermo: era buonissimo e si sentiva distintamente il sapore dei due frutti

succo di arancia e mela

La buccia e le fibre sono state separate dal resto, ma all’interno del succo qualche piccolo residuo è comunque rimasto. Mio marito lo preferisce così e lo vede come un pregio (anche perchè qualche fibra non può che far bene al nostro corpo), ma io invece che preferisco un succo perfettamente liscio l’ho filtrato con un colino nel momento in cui l’ho versato nel bicchiere.
Poco dopo abbiamo fatto un altro succo unendo anche una banana all’arancia e alla mela, risultato perfetto, buonissimo e omogeneo.

succo filtrato essenzia

La pulizia dell’estrattore è stata molto rapida, credo di averci messo meno di un minuto a lavare il tutto, e non mi è servita nemmeno la spatolina in dotazione. Nessun residuo è rimasto incastrato, e questa è una cosa molto importante dal mio punto di vista perchè sono una pigrona e odio lavare i piatti!

pulizia essenzia

pulizia estrattore essenzia

In generale, ho trovato l’utilizzo dell’estrattore Essenzia di siQuri molto molto facile, nonostante fossi alla mia prima esperienza non ho avuto nessun problema e ho dato un’occhiata al libretto di istruzioni solo per sicurezza perchè in realtà avevo già capito come funzionava semplicemente guardandolo (i pezzi si incastrano con due mosse e ha un solo bottone 😛 quindi difficile sbagliare) perciò mi sento di consigliarlo a tutti coloro che hanno in mente di prendere un estrattore e vogliono essere sicuri di ottenere un ottimo risultato con il minimo sforzo!

La sera poi siamo andati a fare la spesa e i bimbi hanno riempito il carrello di frutta, verdura, spezie… e ora non vedono l’ora di fare “gli esperimenti” per scoprire la ricetta del “succo più buono del mondo”…e io non posso che essere felice di questo nuovo “gioco”!
Il mio proposito ora è: eliminare definitivamente (o quasi) dalla nostra spesa i succhi di frutta confezionati!

D’ora in poi perciò, aspettatevi anche ricettine per estratti e per il riciclo degli scarti 🙂 …ovviamente pensate sempre per noi ma soprattutto per i bimbi!

L’estrattore di succo vivo Essenzia si può acquistare online sul sito di siQuri 

estrattore essenzia siquri

Se avete delle domande riguardo questo prodotto, o volete altre foto non esitate a chiedere nei commenti!

Aggiornamento: riporto il commento di una ragazza, per chi non riesce a visualizzarli sotto l’articolo:
“Ciao, se a qualcuno interessa, io ho acquistato Essenzia poco tempo fa con un codice sconto. Quando sei alla fine dell’ordine basta scrivere CHEBUONO sullo spazio per i codici sconto. Facendo in questo modo si ottiene uno sconto del 11% così si risparmia un bel pò.
Margy”

12 comments on Il succo “vivo” che fa bene e piace ai bambini! – Estrattore di frutta Essenzia

  1. DueMMe
    20 Maggio 2015 at 12:59 (5 anni ago)

    Bellissimo,
    purtroppo ancora fuori portata per i “comuni mortali”. Quanti litri di succo dovrei produrre per poter ammortizzare una spesa di circa 400€? Ammetto che avendo la fortuna di abitare in campagna posso sempre recarmi in qualche azienda della zona e comprare gli ormai comodissimi baginthebox di succo di mela o altra frutta di stagione, ma è una spesa ancora troppo elevata per poterla prendere in considerazione, purtroppo…

    Rispondi
  2. Foodnuggets
    20 Maggio 2015 at 19:20 (5 anni ago)

    Ciao, Silvia. Che bello il fatto che tu abbia migliorato le tue abitudini alimentari dopo l'arrivo dei bimbi… a mio parere è una cosa importantissima. Anche io sono una succo-vero-dipendente. Oltre ai cosiddetti "centrifugati" ogni tanto mi preparo anche degli smoothie. Secondo me, anche quelli piacerebbero ai tuoi bimbi.

    Rispondi
  3. Foodnuggets
    20 Maggio 2015 at 19:20 (5 anni ago)

    Ciao, Silvia. Che bello il fatto che tu abbia migliorato le tue abitudini alimentari dopo l'arrivo dei bimbi… a mio parere è una cosa importantissima. Anche io sono una succo-vero-dipendente. Oltre ai cosiddetti "centrifugati" ogni tanto mi preparo anche degli smoothie. Secondo me, anche quelli piacerebbero ai tuoi bimbi.

    Rispondi
  4. Foodnuggets
    20 Maggio 2015 at 19:22 (5 anni ago)

    Ciao, Silvia. Che bello il fatto che tu abbia migliorato le tue abitudini alimentari dopo l’arrivo dei bimbi… a mio parere è una cosa importantissima. Anche io sono una succo-vero-dipendente. Oltre ai cosiddetti “centrifugati” ogni tanto mi preparo anche degli smoothie. Secondo me, anche quelli piacerebbero ai tuoi bimbi.

    Rispondi
  5. Margherita
    22 Maggio 2015 at 12:02 (5 anni ago)

    Ciao, se a qualcuno interessa, io ho acquistato Essenzia poco tempo fa con un codice sconto. Quando sei alla fine dell’ordine basta scrivere CHEBUONO sullo spazio per i codici sconto. Facendo in questo modo si ottiene uno sconto del 11% così si risparmia un bel pò.
    Margy

    Rispondi
    • Silvia Lonardo
      22 Maggio 2015 at 12:33 (5 anni ago)

      Grazie per la dritta!!

      Rispondi
  6. Leonella Azzola
    23 Maggio 2015 at 13:05 (5 anni ago)

    L'ho acquistato da poco anche io e sono molto soddisfatta

    Rispondi
  7. Leonella Azzola
    23 Maggio 2015 at 13:05 (5 anni ago)

    L'ho acquistato da poco anche io e sono molto soddisfatta

    Rispondi
  8. Franca De Cicco
    25 Maggio 2015 at 0:21 (5 anni ago)

    Vorrei conoscere il prezzo è le modalità per ordinarne l’acquisto. Grazie

    Rispondi
  9. Bianca
    19 Giugno 2018 at 10:27 (1 anno ago)

    bello questo estrattore,anche se mi piacciono i succhi,preferisco usare un frullatore per fare smoothie mi piace mescolare molti ingredienti e bere qualcosa dopo il quale mi sento sazia,per me è una specie di merenda.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.