10 regali da fare ad un bambino per non sbagliare!

Tempo fa ho pubblicato l’articolo sui 10 regali da non fare ad un bambino.
Non parlavo di oggetti e giocattoli specifici, ma di categorie generiche da evitare quando si deve scegliere un regalo per un bambino che non è nostro figlio.

A grande richiesta arrivano invece ora 10 idee su cosa regalare a sto benedetto bambino 😀
Non è possibile fare una lista che valga universalmente per tutti i bambini, perchè la tipoligia di gioco varia in base all’età del bambino, ma ho cercado di fare un mix tra idee per grandi, per piccoli e regole generali.

10 cose da regalare ad un bambino

1) Giochi tutti d’un pezzo

Il gioco, meno pezzi ha e meglio è!
Pensate a noi genitori a cui tocca ogni volta raccogliere tutti i vari elementi per terra, ricordarsi di che gioco facevano parte, aiutare il bambino a cercare l’ennesima freccia dell’arma del suo pupazzo o tutti i pezzi della sua armatura…
L’ideale è un bel gioco solido, con pochi accessori, in poche parole: “indipendente”. 

2) Giochi accumulabili

Se siete indecisi su cosa regalare ad un bambino perchè avete paura che abbia già quello che volete comprargli, potete puntare su quei giochi che “più ce n’è meglio è”.
Qualche esempio: i Lego, gli accessori per cucinare, il cibo finto, il Didò/playdoh/plastilina, la sabbia cinetica, le pellicole per la Instax (se ce l’ha), i colori e il materiale da disegno

3) Giochi che si chiudono a cofanetto

Sono giochi che magari sono composti da tanti pezzetti, ma hanno una bellissima caratteristica: una volta finito di giocare si può chiudere il cofanetto e tutto rimane ordinato lì dentro invece di finire sparpagliato chissà dove.
Li ho sempre trovati super pratici e li preferisco a quelli che una volta montati non sai più dove metterli.
In questo caso, via libera ai “pezzetti”

4) Giochi elettronici che si ricaricano con la corrente

Nell’altro articolo ho sconsigliato i giochi che funzionano con le batterie, perchè poi costringono i genitori a spendere soldi per comprarle, si consumano in fretta, ecc… sono a favore invece di quei giochi che possono essere ricaricati attaccandoli alla presa della corrente. Decisamente più pratici e longevi!

5) Giochi senza uno scopo “troppo” specifico

I giochi che hanno uno scopo specifico e che possono essere usati solo per fare quella cosa in particolare, di solito annoiano presto.
Meglio giochi che non siano eccessivamente guidati, ma che lascino al bambino ampia libertà di giocarci come vuole.
Ad esempio un gioco senza scopo specifico sono i pupazzetti, le Barbie, le bambole, gli animali giocattolo (perché è il bambino ad inventare le sue storie usandoli come protagonisti) e anche giochi come la cucina giocattolo rientrano nella categoria perché è vero che hanno un “tema” (ad esempio quello di giocare a cucinare) ma poi il modo in cui farlo lo stabilisce il bambino!

Un gioco con uno “scopo specifico” invece è ad esempio il trenino che va sui binari (può fare SOLO quella cosa) o il kit per creare saponette.

6) Giochi da tavolo veloci

I giochi da tavolo sono una bella idea regalo, anche perchè sono anche un modo per passare del tempo insieme tra fratelli o con tutta la famiglia.
Se però non siete sicuri riguardo il genere specifico di giochi che quel bambino gradisce, c’è un modo per non sbagliare: mantenetevi sul semplice!
Scegliete quindi giochi innanzitutto adatti all’età e con poche e semplici regole, veloci da impostare e da giocare.
Se il gioco ha troppe regole complicate e ci vuole mezzora solo per la preparazione, è facile che finirà a prendere polvere in soffitta.
Inoltre non pensiate che “gioco veloce” significhi automaticamente “stupido”, “facile” o “infantile”!
Ci sono un sacco di giochi di società davvero divertenti e appassionanti, ma allo stesso tempo immediati da capire e veloci da giocare.
Qualche sempio: Dobble, Dixit, Salva le scimmie, Forza 4, Uno, Labirinto magico, Pictionary, Cocco Dentista, Jenga ecc…
Il mio consiglio è di guardare qualche videorecensione per farvi un’idea di come funziona quel gioco o di recarvi in un negozio specializzato in cui un commesso può guidarvi nella scelta.
I giochi più elaborati, lasciate che se li scelga da solo!

7) “NON” giocattoli

Non è che solo perché si tratta di un bambino, bisogna per forza regalargli un giocattolo!
Ci sono molti oggetti, che non sono giocattoli (ma nemmeno robe noiose), che possono piacere un sacco ad un bambino.
Qualche esempio: un paio di cuffie, una macchina fotografica, un diario, stickers per i muri della cameretta, microfono, una lampada particolare, il mini frigo, lenzuola per il letto tematiche…
Insomma, aprite i vostri orizzonti e non fossilizzatevi per forza sull’idea del giocattolo! In questo modo le possibilità aumenteranno e potreste riuscire a trovare un regalo originale a cui nessun altro aveva pensato!

8) Giochi VERAMENTE creativi

Vi starete chiedendo cosa intendo per “giochi veramente creativi” e ve lo spiego subito.
Per me un “gioco creativo” è un gioco che lascia spazio alla creatività.
Cioè un gioco che ti fornisce uno strumento con il quale TU puoi scatenare la TUA fantasia… e non in cui devi semplicemente seguire degli specifici passaggi stabiliti dal gioco.
I giochi veramente creativi li riconosci dal fatto che sono semplici.
Non hanno quindi lunghi libretti di istruzioni o una quantità infinita di materali, bustine e “oggetti accessori” da utilizzare rigorosamente secondo il procedimento riportato sulla confezione.
E soprattutto, permettono di “creare” più volte e non solo il tempo necessario a costruire il progetto prestabilito.
In giochi davvero creativi ti forniscono il materiale base con cui giocare, ma il resto ce lo metti tu e soprattutto li puoi usare più volte nel tempo.
Qualche idea: la pasta modellabile (play-doh e simili), i Lego Classics (non i set specifici da montare in stile catena di montaggio. Belli eh, ma lì la creatività è zero), il tavolo luminoso da disegnatore, materiale sfuso per lavoretti, set per dipingere, lavagnetta lcd, acquadoodle, ecc…

9) Giochi usati

I bambini non badano troppo all’apparenza, perciò non escludete la possibilità di acquistare un regalo di seconda mano!
Visto che l’usato costa la metà, con la stessa cifra, potrete comprare un regalo molto più bello!
Si può cercare tra i privati oppure acquistare in un negozio di seconda mano come la catena BabyBazar o SecondaManina, che acquistano (e di conseguenza rivendono) solo oggetti tenuti in condizioni impeccabili.
Spesso si trovano anche giochi nuovi ancora con la confezione originale integra… ma a metà prezzo rispetto al nuovo!
Inoltre può capitare di trovarci davvero delle perle, come giochi fuori produzione ormai introvabili!

10) Regali che dicono “ho pensato proprio a TE”

Quando si tratta di regali, c’è una frase che sentiamo dire sempre e cioè “BASTA IL PENSIERO”.
Il fatto è che molto spesso questa frase viene usata con il significato sbagliato, cioè quello di giustificare anche il regalo più brutto, insulso o inappropriato.
Per me invece questa frase significa tutt’altro, praticamente l’opposto!
E non è questione di soldi, perché “basta il pensiero” significa che, a prescindere dalla cifra spesa (che può essere bassissima o anche nulla!) quel regalo trasmetterà il messaggio: “ho pensato a te, proprio a TE” e lo fa attraverso qualcosa che tiene in considerazione quella specifica persona.
E’ quindi tutto il contrario de “la prima cosa che capita”. Perché nel prendere la prima cosa che capita, fregandosene completamente dell’effetto su chi la riceverà, c’è tutto, TRANNE che il pensiero!

Basterebbe informarsi un minimo su quali sono i gusti, le passioni e gli interessi del bambino in questione per poter fare un regalo mirato (potrebbe essere anche un semplice bagnoschiuma o un paio di calzini del personaggio preferito), che per quanto poco dispendioso, conterrà sicuramente la cosa più importante: il pensiero!

Ad esempio Alyssa, amante delle angurie, è stata felicissima di ricevere questo tappetino da 5€ preso all’Eurospin!

Cerchi idee specifiche?
Leggi:
– 15 regali originali per ragazzini e teenager
– 10 acquisti per sopravvivere al lockdown (e non solo) con i bambini
– 5 giochi di carte adatti (anche) a bambini che non sanno leggere
– i nostri giochi preferiti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.