10 Idee per una cameretta condivisa tra fratello e sorella

Quando si hanno due figli di sesso diverso (ma anche dello stesso sesso) e una sola cameretta da dividere tanti sono i pensieri dei genitori su come organizzare lo spazio e l’arredo dando modo a entrambi di convivere nel loro personale stile, insegnando loro la condivisione rispettando però sempre la propria individualità, lasciando lo spazio ai bisogni e ai gusti di entrambi i caratteri, inevitabilmente diversi.

Così ci si interroga se sia meglio uno spazio comune con un letto a castello oppure anche se in modo immaginario separare la stanza dando a ognuno il proprio perimetro, con due letti singoli e perchè no, anche colori diversi alle pareti!

Il consiglio che posso darvi è chiedere agli stessi bambini come immaginano e come vorrebbero che fosse la loro stanza, d’altronde diventerà negli anni man mano che crescono il rifugio sicuro quando si bisticcia, l’area giochi quando inviteranno degli amichetti a casa e l’ambiente nel quale si sentono a loro agio e possono esprimersi liberamente.

La problematica più comune delle camerette condivise è che ogni parte dell’arredo si raddoppia: letto, scivania, armadio e spazio gioco, perciò si deve ricorrere a delle idee salvaspazio che permettano a entrambi di vivere comodamente l’ambiente condiviso.

In questo post ho raccolto per voi quelle che sono le 10 idee più belle che spero possano esservi d’ispirazione per sistemare al meglio la cameretta dei vostri figli:

CAMERETTA CON SEPARE

Per i bambini che hanno necessità della loro privacy ecco una soluzione adatta per uno spazio condiviso: un separè comunemente fatto di cartongesso, creato da un mobiletto alto o da una porta scorrevole.
Ognuno in queto modo quando ne sentirà il bisogno potrà rintanarsi nella propria porzione di cameretta e allo stesso tempo non sentirsi mai solo per la presenza adiacente e immediata del fratellino!

METTIAMO UN MURO

Letti uniti… ma divisi, da una sorta di parete che oltre a tenere fisicamente separati i letti, crea una delimitazione anche degli spazi per quanto riguarda la zona scrivania, in modo che ognuno possa avere la sua privacy

LETTO A CASTELLO SEMPLICE

Una delle soluzioni più gettonate per chi ha poco spazio è il classico letto a castello in una cameretta neutra dove entrambi possono scegliere ogni volta in che parte stare e dove dormire, dove non ci sono colori che indicano il “territorio” dell’uno o dell’altro ma dove tutto è in condivisione e armonia.

LETTI A CASETTA

Un’idea sicuramente originale che oltre ad essere bella e divertente, permette di regalare ad entrambi i bambini due ambienti separati e personali!

CREARE UN SOPPALCO

Se le altezze lo permettono, si può considerare l’idea di creare un soppalco che divida in verticale la stanza in due ambienti distinti in modo che uno possa sfruttare la parte in alto e l’altro quella in basso!

TUTTI IN ALTO!

Per i bimbi che non finiscono di bisticciare su chi debba dormire nella parte alta del letto a castello ecco una soluzione che metterà a tacere ogni battibecco.
In questo modo SOTTO ai letti verranno a crearsi due spazi separati da vivere ognuno a modo proprio!

CAMERETTA DIVISA DALLA TENDA

Una divisione degli spazi meno drastica può essere valutata con l’inserimento nella stanza d una tenda che nella maggior parte dei casi rimane racconta alle pareti ma che allo stesso tempo traccia il perimetro del territorio di entrambi, il tutto rafforzato da una suddivisione di colori alle pareti ma che lascia via libera di muoversi e condividere entrambi gli spazi.

CAMERETTA DIVISA PER COLORE

In questo caso non servono soluzioni rafforzative per separare gli spazi, mentre l’arredamento è speculare, i colori, gli animali e la precisione di come vengono organizzati gli spazi fa si che si crei una linea immaginaria che delimita le due aree. Ogni lato è identico all’altro per non litigare ma uno spazio centrale viene necessariamente condiviso da entrambi.

LETTO A CASTELLO CON SCIVOLO

Con una soluzione così divertente che trasforma il momento nanna nel momento gioco, i vostri figli saranno più che felici di dividere la stanza. Il fascino del letto a castello, degli scherzetti e delle chiacchierate notturne che di giorno si usa come scivolo, insegnando la condivisione degli spazi e la bellezza di passare del tempo insieme.

E SE LA CAMERETTA DEVONO DIVIDERLA IN TRE?

Che ne dite di questa soluzione?

Link affiliati

Salva questo post su Pinterest

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.