Risparmiare usando il metodo Kakebo



E’ già da qualche anno che si sente parlare del Kakebo, il metodo giapponese per tenere traccia di tutte le spese e che aiuta a risparmiare.
Ma di cosa si tratta?

Il Kakebo è il “Libro dei conti di casa” a cui i giapponesi affidano il proprio budget personale, anche oggi in piena era digitale.
La sola azione di trascrivere le spese e i guadagni entro schemi ordinati genera consapevolezza e assicura un risparmio automatico del 35%.
Il passo successivo è la possibilità di analizzare nel dettaglio i propri conti per individuare gli sprechi e le voci critiche su cui agire.
Tenere un Kakebo evita lo stress da cattiva gestione finanziaria, sviluppa l’autodisciplina e la conoscenza di sé.

I giapponesi lo considerano uno strumento che favorisce la tranquillità dell’anima e libera energie mentali.

Fonte foto: Come fare le cose

Dalla recensione dell’utente Amazon Byronbay79:

“C’e’ una parte iniziale per ogni mese dove indicare tutte le spese fisse, la cifra di cui si dispone, quanto si vuole risparmiare e quanto si ha a disposizione per affrontare quindi il mese considerando il risparmio. Si incomincia quindi il mese indicando tutte le spese.

Per ogni settimana suddivisa nei giorni, ci sono 4 tabelle preimpostate: sopravvivenza (alimentazione, farmacia, trasporti, figlli, animali domestici, altro), optional (bar ristoranti, take away, tabacco, cosmetica, shopping, altro), cultura (libri, musica, spettacolo, altro) extra (viaggi, spese, regali, altro). Nelle linee dell’ “altro” si inserisce quel che si vuole in aggiunta come sottocategoria. Si segnano tutte le spese e poi si fa il totale delle singole categorie, piu’ il totale di tutto.

Dalla settimana successiva, si scala la spesa della precedente e si avanza con la cifra che si dispone. Alla fine di ogni mese si fanno delle statistiche. Quanto si e’ speso per ogni categoria, si verifica dove si e’ ecceduto, dove poter migliorare e si fissano obiettivi per il mese successivo.

A quel punto si incomincia a stare piu’ attenti nelle categorie dove si e’ proprio usciti fuori strada. Rispetto al precedente ci sono diverse migliorie interessanti, come la parte finale dove poter stilare statistiche dell’intero anno, un questionario per rendersi conto dei miglioramenti effettuati e per ogni mese anche una sezione dove indicare da quale fonte si e’ prelevato il denaro (carte di credito). Consigliatissimo per non perdere di vista le spese e anche come promemoria delle scadenze.”

Insomma, il Kakebo può essere un valido strumento nella gestione delle finanze di casa e può essere un piccolo investimento da fare per risparmiare nel corso dell’anno.
Attenzione però ad acquistare la versione aggiornata dell’anno in corso! La versione 2018 la trovate QUI -> http://amzn.to/2mxd0OU

Questa invece è una versione alternativa che va bene per ogni anno (ha ottime recensioni) -> http://amzn.to/2FKUxap

*Link Affiliati*

1 comment on Risparmiare usando il metodo Kakebo

  1. Francesca
    19 Febbraio 2018 at 16:55 (3 anni ago)

    E’ meraviglioso, lo sto leggendo anch’io e tra concetti più astratti e tabelle pratiche non vedo l’ora di metterlo in pratica! E comunque credo che funzioni già solo perchè tenendo traccia di tutto ti rendi conto di quanti scialacqui eheh

    A proposito di risparmio, si può anche optare per il low cost per le feste dei bimbi! A te e tutte le mamme consiglio questo sito con decorazioni a tema simpatiche ed economiche ma di qualità: http://www.decorazioniperfeste.it

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.