Le categorie di mamme che mi piacciono



Mi capita spesso di imbattermi in post-lista del genere “le categorie di mamme che odio”, con i ritratti delle mamme che chi scrive trova insopportabili.
Sono elenchi spesso divertenti e ironici, ma d’altra parte (soprattutto leggendo poi i commenti che seguono) mi lasciano con l’impressione che ci sia una diffusa intolleranza nei confronti di chi è semplicemente diverso da noi.
A me non capita spesso di trovare mamme simili a me, eppure non ci sono categorie di “mamme che odio”.
Le uniche persone che non sopporto, mamme e non, sono quelle che pretendono di imporre la propria visione agli altri come unica e incondizionatamente giusta, ma questo a prescindere da quale sia questa loro visione, anche se fosse uguale alla mia!

Comunque, ho voluto fare anch’io una lista di “tipi di mamme” ma invece di elencare quelle che odio, vi dirò quelle che mi piacciono 🙂

LA MAMMA ZEN

Io personalmente non sempre lo sono e nemmeno ci tengo ad esserlo sempre, ma mi piace vedere quando qualcun’altra lo è!
E sì, ci sono quelle mamme che non si arrabbiano mai o se lo fanno non lo danno a vedere, che non alzano la voce, che sanno trovare sempre le parole giuste per risolvere anche le situazioni più critiche.
Che magari passano i pomeriggi a meditare e a ricongiungersi con l’universo. Che qualsiasi cosa succeda non è un dramma.
Quando mi imbatto in una di queste mamme, mi sento subito più calma e spronata a seguire il loro esempio, almeno qualche volta!

zen urlo di tarzan

 

LA “SI PUO’ FARE TUTTO”

Viaggio di 24h di aereo? Si può fare!
Matrimonio con neonato al seguito? Qual è il problema!
Iscriversi all’università col pancione e laurearsi? Nulla di impossibile.
Insomma, è quella mamma che fa apparire ogni tua preoccupazione come una paranoia inutile.
E magari ha anche ragione.
Certo, ognuno ha un figlio diverso, con il proprio carattere, le proprie abitudini e la propria routine che nessuno meglio di noi conosce, ma è anche vero che a volte bisogna buttarsi e non farsi frenare da problemi che non sappiamo se si presenteranno davvero.
Mi piace parlare con loro e sentire i racconti di tutto quello che riescono a fare pur avendo un bambino. Mi contagiano con il loro entusiasmo e mi fanno pensare che se loro riescono a fare quello che fanno, perché non dovrei riuscirci anch’io?
Ok, forse non andrò a scalare l’Everest con il neonato nel marsupio, ma probabilmente non mi farò spaventare da un viaggio a Parigi (…o al supermercato!)

QUELLE CON IL FIGLIO PERFETTO O “AVANTI”

“Mio figlio non piange mai, dorme sempre, sa già parlare 2 lingue, conta fino a 20, risolve equazioni matematiche a 5 anni, mangia tutto, ecc, ecc…”
Insomma, la classica mamma che spesso risulta odiosa…beh, a me piace!
Ammetto che non mi piace quando lo fanno per mettere in competizione il loro bambino con il tuo o con quello di qualcun altro, ma quando, semplicemente elencano o descrivono tutti gli aspetti positivi, i pregi e ciò che le rende orgogliose…a me piace starle a sentire!
Omettono volontariamente tutti gli aspetti negativi? Non mi importa.
Esagerano su qualcosa, mentono? Non mi pongo nemmeno la domanda!
Preferisco comunque stare a sentire loro che chi si lamenta sempre o fa la “gara dei difetti” della serie “tuo figlio fa questo?? Il mio fa peggio!!”
Loro vedono e mostrano il meglio ed evidentemente i loro racconti sono il riflesso della loro felicità… sono da ammirare per il fatto di riuscirci ed io, ascoltandole, non posso che essere felice per loro.

LA SALUTISTA BIO

Premettiamo che tra me e una vita salutista c’è un fiume di Nutella, eppure non posso fare a meno di stimare quelle mamme che riescono ad essere sempre così attente e informate sull’alimentazione e che poi riescono realmente a mettere in pratica la buona teoria con i propri figli.
C’è da prendere esempio anche da loro, magari non diventando per forza come loro (io non ci penso nemmeno) ma cogliendo l’occasione per riflettere sulle nostre abitudini e fare qualche passo per migliorarsi sì, perchè è sempre meglio sbagliare con la consapevolezza di sbagliare (e quindi anche darsi una regolata), che con la convinzione di essere nel giusto.

solo cibo sano f

LE “ALTERNATIVE”

Ecco un tipo di mamme che, quando non tentano di imporre le loro convinzioni, mi piace molto osservare e cercare di capire.
A volte non condivido le loro scelte, ma le trovo comunque affascinanti e soprattutto sono la prova che esistono tanti modi giusti per crescere un bambino.
C’è chi abbraccia la filosofia dell’alto contatto, chi sceglie di fare homeschooling, chi vive “minimal”, chi si trasferisce in mezzo al bosco e fa crescere i bambini lontani dalla tecnologia, chi sceglie per tutta la famiglia un’alimentazione vegana, e così via…
Anche in questo caso, pur essendo spesso cose drasticamente lontane dal mio modo di vivere, resto sempre molto affascinata e sento accendersi la mia curiosità e voglia di scoprire e conoscere una realtà diversa dalla mia.

LA SEXY IMPECCABILE

Una settimana dopo il parto già rientrava perfettamente nei suoi jeans taglia 42.
Non esce mai di casa struccata e anche le sue ciabatte hanno i tacchi!
Le unghie, nemmeno a dirlo, sono perfette e ha i capelli come se andasse ogni giorno dal parrucchiere (e magari ci va!)
Per quale motivo non dovrebbe piacermi una così? Solo perché in confronto a lei mi sento un cesso? Beh, sarebbe un problema mio, non loro.
E non è detto che se possono permettersi di essere così è sicuramente perché hanno chissà quanti aiuti.
io sono dell’idea che quando si diventa mamme, nonostante gli impegni in più, il tempo per fare anche dell’altro ci sia sempre.
C’è chi, come me, lo sfrutta per scrivere un blog, per guardare una serie tv o per giocare ai videogame… e chi per mantenersi in forma, truccarsi e scegliere con cura i vestiti.
Davvero, non riesco proprio a capire chi arriva a odiare le mamme “fighe”…come se fossero fighe solo per fare un dispetto a noi amanti della tuta (ma non da ginnastica!) e del divano 😀

mamma figa f
Insomma, il punto è che, esclusa la categoria delle “rompipalle” che sono fastidiose a prescindere da quello che fanno… non c’è nessuna tipologia di mamme che odio, ma anzi, sono convinta che si possa trovare in tutte qualcosa da imparare, a maggior ragione quando si ha a che fare con qualcuno molto diverso da noi.

 

3 comments on Le categorie di mamme che mi piacciono

  1. Mamma simo
    27 Gennaio 2017 at 14:06 (4 anni ago)

    Bellissimo post!! Le vignette fantastiche, condivido in pieno ???

    Rispondi
  2. Marilisa
    27 Gennaio 2017 at 17:23 (4 anni ago)

    Finalmente un post sulle mamme nel quale mi riconosco!!!!! Grazie infinite ?

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.