Raffreddore: Esiste un Differenza tra Uomini e Donne nell’affrontare le malattie invernali?

Pin

Qualche giorno fa abbiamo già affrontato l’argomento raffreddore (e su come farlo passare in 7 giorni)
Oggi invece ci addentriamo nell’interessante tema dell’Uomo Raffreddato, un argomento discusso nell’articolo pubblicato sulla rivista Resident Note nel febbraio 2023.

Percezioni del raffreddore nell’uomo e nella donna

Esploreremo insieme la percezione comune e le evidenze scientifiche riguardo alle differenze tra uomini e donne nella manifestazione dei sintomi durante le stagioni influenzali.

  1. L'”Uomo Raffreddato”: Nel periodo invernale, l’influenza e il raffreddore diventano più diffusi. Durante la visita ai pazienti, i medici hanno notato che gli uomini tendono a esagerare di più nel descrivere i sintomi rispetto alle donne. In realtà, in Occidente, questo fenomeno è talmente diffuso da essere chiamato “Man Flu”, un termine che scherzosamente deride il modo in cui gli uomini lamentano sintomi leggeri come se fossero gravi.
  2. Differenze nei tassi di Infezione: Uno studio condotto in diverse regioni, inclusi Hong Kong (2004-2010) e gli Stati Uniti (1997-2007), ha rivelato che i tassi di ricovero e mortalità per l’influenza sono più alti negli uomini rispetto alle donne, indipendentemente da altri fattori come malattie cardiache, cancro e malattie polmonari.
  3. Fattori Biologici e Ormonali: Le differenze nelle abitudini di vita, come il fumo e l’alcol, possono influenzare questi risultati. Tuttavia, esperimenti sui topi hanno indicato che i maschi hanno tassi più elevati di contrazione dell’influenza A e tassi di mortalità più alti rispetto alle femmine. Ciò potrebbe essere correlato al cromosoma X, suggerendo una base biologica per queste differenze.
  4. Influenza degli Ormoni: Studi sulle risposte immunitarie alle infezioni virali hanno rilevato che le cellule delle donne pre-menopausa mostrano una risposta immunitaria più robusta rispetto a uomini e donne post-menopausa. Gli estrogeni, gli ormoni femminili, sembrano potenziare la risposta immunitaria, mentre il testosterone, l’ormone maschile, sembra indebolirla.
  5. Ruolo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): L’OMS ha sottolineato l’importanza di considerare le differenze di genere nell’analisi dell’infezione influenzale e dei suoi esiti. Questo riconoscimento è cruciale per lo sviluppo di strategie di trattamento che tengano conto delle diversità biologiche e ormonali tra uomini e donne.

C’è davvero differenza?

In conclusione, mentre il discorso sulle differenze di genere può essere complesso, le analisi scientifiche oggettive di queste disparità biologiche potrebbero aprire la strada allo sviluppo di terapie mirate basate sugli ormoni.
Ignorare queste differenze potrebbe impedirci di comprendere appieno il quadro clinico e trovare delle cure efficaci che tengono conto delle differenze biologiche.

Prodotti consigliati per contrastare l’influenza e i suoi sintomi

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.