Il super potere di mio figlio (che un po’ gli invidio)

Praticamente tutti i bambini ad un certo punto passano per la fase “super eroe”, immaginando di essere personaggi dotati di abilità speciali, con il compito di salvare il mondo.

Daniel gioca spesso a fare il supereroe, immedesimandosi di volta in volta in un personaggio diverso a seconda della fase del momento  e mentre lui finge di avere dei super poteri io mi rendo conto che un super potere ce l’ha davvero.
No, non parlo di super forza o sguardo a raggi x, ma di qualcosa di molto più forte, che non distrugge ma fa bene agli altri ed è una cosa che io non ho mai avuto nemmeno lontanamente.

Lui ha il potere di farsi gli amici all’istante, ovunque e con chiunque.

Non ho idea di come faccia, lui si butta, senza la minima paura di essere respinto.
Arriviamo in un posto nuovo in cui ci sono altri bambini e lui dopo 10 secondi sta già parlando e giocando con tutti, trascinandoli nelle sue avventure fantasiose.
Non importa se siano più grandi o più piccoli di lui, se sono maschi o femmine. Non importa se hanno handicap o se parlano un’altra lingua. Daniel in qualche modo riesce subito ad inserirsi se il gruppo è già formato o a trasformare tutti i presenti (che fino a poco prima si ignoravano a vicenda) in un gruppo affiatato che sembra conoscersi da una vita.

Se devo associarlo ad un supereroe preciso… mi viene in mente Lanterna Verde.

Lanterna Verde infatti non è uno, ma fa parte di un gruppo, unito ma estremamente eterogeneo (Tra le Lanterne Verdi ci sono alieni di ogni tipo!) e la loro arma, se ci pensate bene… è la loro immaginazione. infatti tutto ciò che immaginano, si materializza dal loro anello.
Un po’ come fa Daniel con la sua fantasia. E’ talmente bravo, che dopo un po’ anche tutti gli altri iniziano a “vedere” quello che vede lui e ad entrare nella parte.

 

A me non dispiace il mio essere introversa, è qualcosa che ho accettato da tempo e di cui ho imparato a vedere i lati positivi, ma sinceramente sono felice che Daniel non abbia ereditato questo lato del mio carattere.
Perché quello che serve a noi introversi (e un po’ anche Alyssa lo è), è proprio di trovare ogni tanto qualcuno come Daniel, che ha il potere innato di trascinarci, coinvolgerci e farci uscire fuori dal nostro guscio togliendoci dall’imbarazzo di fare il primo passo, facendoci sentire completamente accettati. E a quel punto anche noi sprigioniamo il nostro potenziale 🙂

Ma perchè vi sto parlando di questo? Perché con l’occasione voglio farvi conoscere una bellissima iniziativa benefica chiamata proprio: “Be a Super Hero” lanciata da Carrefur Italia, pensata per la felicità dei bambini (che potranno collezionare i simpatici peluche dei super eroi) e per dare un aiuto concreto nell’ambito dei diritti per l’infanzia.


Come? Donando 500.000€ alle Onlus scelte direttamente dai clienti Carrefour, che per ogni bollino ricevuto potranno esprimere il proprio voto collegandosi al sito http://www.beasuperhero.carrefour.it

Alla fine del concorso, che termina il 5 novembre, il premio verrà suddiviso tra le diverse Onlus in base al numero di voti ricevuti.

Partecipiamo tutti e aiutiamo a finanziare le Onlus più meritevoli, nell’ambito dei diritti per l’infanzia!

*In collaborazione con Carrefour Italia*

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.