Lettera ad una neomamma



lettera ad una neomammaPin

Cara neomamma,
tu non mi conosci ma io conosco te.
Suona un po’ come una minaccia eh? ma no, non ti seguo quando esci di casa… ma sono stata una neomamma anch’io e so cosa ti sta passando per la testa in questo momento: incredulità, gioia, stanchezza, paura.
Fino a ieri era padrona della tua vita, del tuo corpo, mentre ora sei in balia di un esserino piccolissimo, la cui sopravvivenza dipende esclusivamente da te.
Devi soltanto occuparti della sua cacca, della pipì, di farlo dormire, mangiare, giocare, tenerlo al caldo, tenerlo al fresco, proteggerlo da se stesso e dai pericoli del mondo. Ma tranquilla…nessuuuuna pressione… 😛
E nel frattempo non è che le altre cose siano sparite: la casa, il marito/compagno, gli amici, la spesa da fare, magari anche gli animali domestici.
Sei al settimo cielo certo, era quello che desideravi, un fagottino di amore puro da avvolgere tra le braccia, ma in questo momento vorresti solo una cosa: dormire.
E farti una doccia.
E invece sei lì, presa da mille cose, mille doveri con la mente che automaticamente cerca una via di fuga (vi confesso una cosa, a 2 giorni dal rientro a casa dopo il secondo parto, ho seriamente pensato “ora lascio mio marito qui a casa con i bambini e io vado una notte in albergo a dormire”)

E poi oltre alla stanchezza, ci sono i dubbi: starò facendo bene? E’ normale che il bambino dorma cpsì poco? E’ normale che dorma così tanto? E poi come devo farlo dormire? A pancia in su, in giu, di lato? nella culla, nel lettone o nel lettino montessoriano? Passeggino o fascia? E il mio latte basta?

preparatissima small firmaPin


E come se non bastassero questi dubbi, già complicati di loro, si aggiungono i consigli non richiesti e contrastanti di TUTTI quelli che ti circondano.
Tutti infatti si sentono non solo in diritto, ma in dovere di dirti in che modo dovresti crescere tuo figlio.
Ma stai tranquilla, qualsiasi cosa tu faccia, secondo le autorevoli fonti di qualcuno, sarà la cosa sbagliata. E nel caso non fosse la cosa sbagliata, sicuramente ti diranno che c’è un modo in cui potresti farla meglio:
Dorme da solo nel suo lettino? Ma è innaturale! Bisogna fare cosleeping.
Fate cosleeping? Ma così non lo renderai mai indipendente!
Allatti al seno? Aahh è per quello che non dorme mai, si vede che il tuo latte non è nutriente. Dagli l’aggiunta.
Dai il biberon? E perché non lo allatti al seno? Sai che non esistono le donne senza latte? Si vede che non ti sei impegnata abbastamza.
Lo so che hai appena partorito, ma cavoli…ti stai proprio lasciando andare! Dovresti curarti d più.
Ma guardala, ha appena partorito e già se ne va in giro con trucco e tacchi… mah, forse non le piace fare la mamma.

Quello che ho imparato io però è questo: se tuo figlio cresce (e questo non vuol dire che debba mettere 1kg al mese, ogni bambino ha la sua curva, quella di mia figlia è sempre stata al 5%ile e sta benissimo), è in salute, è sereno e ride…vuol dire che stai facendo bene.
Impara a fare automaticamente su e giù con la testa mentre gli altri ti parlano e poi fai come ti pare.

ci vuole un villaggioPin

E’ normale essere felicissima e contemporaneamente voler scappare, non sei una persone cattiva, sei semplicemente molto molto molto stanca.
Ma i primi mesi passeranno e te lo assicuro, diventa sempre più facile e sarà ancora più facile se cercherai di rilassarti, di lasciar perdere tutto ciò che non è davvero fondamentale, insomma “take it easy” (il bucato può attendere, ci sono tante ricette da 5 minuti e al supermercato si trovano delle pizze surgelate un sacco buone, si può tranquillamente stare in pigiama dalla mattina alla sera, gli amici/parenti il caffè possono prenderselo a casa loro…capiranno la tua momentanea inospitalità).

disturbo del sonno firmaPin

Perché davvero, se riesci a liberarti di tutte queste rotture di scatole superflue date dagli altri e non dai reali bisogni del bambino, godersi questi momenti è possibile.
Perciò lascia perdere i commenti, lascia perdere le aspettative e vivi il momento.
Il tuo bambino ha bisogno solo di una cosa: amore.
E tu, MAMMA, sei abbastanza per lui.

lettera ad una neo mammaPin

7 comments on Lettera ad una neomamma

  1. Alessandra
    11 Maggio 2015 at 19:07 (8 anni ago)

    Bellissimo il tuo post! Io al momento sono ancora nella fase “ormai sono preparatissima” (come nella tua prima vignetta!). Sto leggendo di tutto di più per prepararmi al grande giorno ma…sono consapevole del fatto che non esistono manuali per prepararti davvero, serve solo l’esperienza “sul campo”! Speriamo in bene! 🙂
    ps. Davvero bellissimi i tuoi disegni!

    Rispondi
  2. Mrs M
    12 Maggio 2015 at 9:11 (8 anni ago)

    Bellissima lettera… la terrò ben a mente quando anche io tra pochi giorni sarò alle prese con tutto ciò che hai scritto… E cercherò di ricordarmi soprattutto delle tue conclusioni: “Il tuo bambino ha bisogno solo di una cosa: amore.
    E tu, MAMMA, sei abbastanza per lui.”.
    Grazie!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.