Ho provato la pizza da 300 calorie (Pizza Ri.Ma)

Mangiare la pizza durante la dieta si può?
Certo, tenendocela come scelta per il “pasto libero”, magari da mangiare il sabato sera con gli amici!
Ma se la volessimo mangiare anche durante la settimana, inserendola tra i “pasti light”?
Sembrerebbe una missione impossibile, perché anche una semplice pizza margherita conta circa 800kcal (e sono quasi tutti dati dai carboidrati!).

Ma cercando online idee per una pizza dietetica ho scoperto la “Pizza Ri.Ma“, una base proteica lowcarb già pronta da condire che ha solo 154 kcal per 100g!
Perciò una base da 200g avrà poco più di 300 calorie!

Ho deciso di provarla!

Un’occhiata da vicino alla tabella nutrizionale e agli ingredienti

Certo, poi è da condire… ma usando qualche trucco ci si può mantenere sotto le 100 calorie, ottenendo quindi una pizza completa da 400 calorie! Le stesse di un’insalata di tonno.

Io per il condimento ho usato passata di pomodoro + basilico + Skyrella

Per chi non sapesse cos’è la Skyrella beh… è una cosa che ha la forma della mozzarella, il colore della mozzarella, ma ha meno della metà delle calorie! Ok… diciamo che è anche buona la metà (più che altro perché rimane più secca), ma visto che ci dobbiamo limitare, facciamo che ci accontentiamo!
Non si trova in tutti i supermercati, io la trovo al Lidl.

Come preparare la Pizza Ri.Ma

Innanzitutto mettiamo a cuocere la passata di pomodoro, condendola come preferiamo. Io ho messo semplicemente sale e basilico e ho evitato di aggiungere l’olio (ricordate che un cucchiaio d’olio sono quasi 100 calorie). Ne ho usati circa 4 cucchiai (30kcal)

Nel frattempo tagliamo a fette la Skyrella.
Per una pizza, ne basta mezza.
Totale: (60 kcal)

La base (308 kcal) è già pronta quindi dobbiamo semplicemente toglierla dalla confezione, aggiungere il sugo, la Skyrella e infornare a 200/220° per 7 minuti.

Una volta terminata la cottura, aggiungere a piacere un cucchiaino d’olio a crudo.

Ed ecco la nostra pizza proteica da 400 calorie pronta da mangiare anche in un giorno di dieta!
A questo punto potete aggiungere un filo d’olio a crudo o, per un sapore più deciso, di colatura di alici!

Considerazioni

Ok, la pizza è venuta ed è dietetica ma quello che vogliamo davvero sapere è… com’è??
Beh, ovviamente non possiamo paragonarla alla “vera pizza”!
La vera pizza è tutt’altra cosa e nulla potrà sostituirla ma… come alternativa light, da poterci concedere anche quando non vogliamo sgarrare, devo ammettere che non è male!

La mia paura era che sapesse di cartone e invece no, il sapore è gradevole e tutto sommato dà una certa soddisfazione!
È mooolto sottile e la consistenza ricorda più una focaccia che una pizza, ma si lascia decisamente mangiare e se quel giorno abbiamo proprio voglia di pizza, può essere un buon compromesso tra la vera pizza e il petto di pollo con l’insalata!

Oltretutto, essendo povera di carboidrati, è indicata non solo per chi vuole controllare il peso, ma anche per chi ha problemi di glicemia e per i diabetici!

Il mio consiglio comunque è di non farla cuocere troppo. Meglio se resta un po’ più morbida che secca,

Il difetto principale? Il prezzo!
La pizza Rima è decisamente costosa!
Io l’ho presa su Amazon e 3 basi le ho pagate in tutto 21,99€, vale a dire 7,33€ a base + il costo del condimento che vorremo metterci. Non proprio pochissimo…
Uno sfizio dunque, da concedersi non troppo spesso 😄

Sarebbe interessante capire come poter ottenere un impasto simile fatto in casa, sempre se sia possibile.

La prossima volta comunque la proverò con base bianca (strato di philadelphia protein) + zucchine! Vi farò sapere come verrà.

Ps: ho visto che della stessa marca ci sono anche altri prodotti come la focaccia, la piadina, il pane… probabilmente nei prossimi tempi li proverò e li recensirò!

*Link affiliati*

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.