G come Giocare 2015 – la mia esperienza alla fiera del giocattolo

Eccomi finalmente a raccontarvi la mia domenica a G come Giocare (il salone internazionale del giocattolo) quest’anno!
Ero andata anche l’anno scorso, ma di venerdì e avevamo fatto tutto in giornata.
Quest’anno, memore dell’anno precedente e tra l’altro impossibilitati ad andare di venerdì (la giornata più tranquilla dei 3 giorni di fiera) abbiamo deciso di partire da Rovigo il giorno prima e passare la notte in Hotel a Milano, per poi essere il giorno dopo già sul posto e partire subito freschi e pimpanti!

La sera dopo siamo andati a mangiare in un ristorante con super area bimbi e la mattina dopo…ecco quanto erano pimpanti ;P
Ammetto che anch’io ero davvero tentata da quel mega lettone e in un primo momento ho proposto al marito “ma se invece di andare a G come Giocare, ce ne restiamo qui a P come Poltrire?”

daniel letto hilton

alyssa dorme

Ma dopo l’abbondante colazione dell’Hilton eravamo pronti a partire 😀 più gasati che mai!

Abbiamo parcheggiato nel parcheggio della fiera perchè non avevamo voglia di cercare parcheggio lì intorno, ma visto che costa 14€ al giorno, forse la prossima volta un giretto nei paraggi ce lo facciamo.

Essendo domenica e ultimo giorno del salone, come era immaginabile, c’era tantissima gente!
Nonostante questo la fiera, che è enorme e piena di stand, era tranquillamente visitabile.
Si riusciva a camminare senza problemi e i bambini trovavano sempre lo spazio per giocare in tutti gli stand.
Le uniche file da fare (o occasioni in cui si rischiava di restare esclusi) erano quelle per eventi e servizi specifici come il truccabimbi, i tornei, gli spettacoli e i laboratori organizzati.

Per il resto bastava andare in uno stand e iniziare a giocare! Ogni brand aveva organizzato la propria postazione in modo che i bambini potessero provare liberamente i loro prodotti.

C’era spazio per piccoli marchi e per quelli più grandi…che si riconoscevano subito proprio dalle loro creazioni “in grande”, come quello dei Lego dove oltre alle tante postazioni per mettersi a costruire e alla mega piscinona piena di lego, hanno messo su un’enorme scena natalizia, tutta costruita in Lego, e altre costruzioni giganti!

villaggio natale lego g come giocare

g come giocare lego

Una delle novità di quest’anno sono stati i Paw Patrol, che a proposito di cose in grande si sono presentati con un centro di comando in dimensioni reali, con uno scivolo realmente utilizzabile dai bambini.

paw patrol g come giocare

Chissà se hanno visto anche loro la mia vignetta di qualche giorno fa su Paw Patrol 😀
Va beh, io li prendo in giro, però mi piacciono ^_^

paw patrol

Poi…anche quest’anno ho lasciato gli occhi sui set delle Sylvanian Families… e anche quest’anno non me ne sono comprato nemmeno uno.

Questa casa ad esempio per comprarla devi chiedere un mutuo vero, ma quanto è bella!?

casa gigante sylvanian families g come giocare

sylvanian families g come giocare

sylvanian families fiera giocattolo

g come giocare sylvanian families

Molto più abbordabile questa, vista e provata all’interno del Playmobil Village, un’area dedicata al mondo Playmobil con tutti i giochi più belli da provare.

casa bambole playmobil

Alyssa si è divertita molto allo Stand Chicco, pieno di giochini alla sua portata. Ha anche fatto buca al secondo colpo giocando a mini golf ed io ho immortalato la pallina un attimo prima che entasse 😀

stand chicco g come giocare golf

alyssa stand chicco

E poi hanno giocato con Geomag, Play-Doh, Hasbro Games, Quercetti e molto molto altro…. Sono anche riuscita a salutare diversi amici e amiche, tra cui Laura di “The Pocket Mama” che stava tenendo un laboratorio presso lo stend di Nice

geomag g come giocare

g come giocaew 01

g come giocare 2015

treno g come giocare

quercetti g come giocare 2

jenga daniel g come giocare

giochi legno g come giocare

disegni da colorare su stoffa g come giocare

Finché Alyssa non ha iniziato a piagnucolare…a chiedere di stare in braccio… la tocco e la sento calda.
Ho avuto così modo (purtroppo) di provare un’altro servizio offerto dalla fiera: l’infermeria. I medici l’hanno subito visitata con attenzione constatando la febbre ed una probabile tonsillite. Ovviamente tutto gratuitamente.

Il problema è che non avevano tachipirina per bambini ed essendo domenica non sapevo nemmeno dove trovare una farmacia aperta, così abbiamo deciso di lasciare la fiera in anticipo rispetto all’orario previsto, anche perchè per tornare a casa ci aspettavano 3 ore buone di viaggio in macchina.

Non potevamo però tornare a mani vuote… quindi ci siamo portati a casa due bei set Lego con cui i bimbi, rimasti a casa da scuola, hanno già iniziato a giocare per passare il tempo in casa ^_^

lego g come giocare

bambini giocano in casa casino

Insomma, peccato per il finale, ma è stata comunque una giornata fantastica e i bambini se la ricorderanno fino all’anno prossimo…quando ovviamente ci torneremo!

3 comments on G come Giocare 2015 – la mia esperienza alla fiera del giocattolo

2Pingbacks & Trackbacks on G come Giocare 2015 – la mia esperienza alla fiera del giocattolo

  1. […] Barbie, giochi elettronici, giochi di legno e creativi… TUTTO! Date un’occhiata al mio post sull’edizione 2015 o dell’edizione 2014 per vedere alcune […]

  2. […] bambole, giochi elettronici, giochi di legno e creativi… TUTTO! Date un’occhiata al mio post sull’edizione 2015 o dell’edizione 2014 per vedere alcune […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.