Il gioco delle bamboline di carta da vestire

Tra i giochi di una volta che quasi tutte abbiamo fatto, ma che rischiano di essere dimenticati c’è quello delle bamboline di carte o “paper dolls” se vogliamo dirla all’inglese.
Ormai il gioco è stato un po’ sostituito dalle tante versioni digitali (basta cercare su google “dress up games” per capire di che parlo) ma secondo me la versione analogica cartacea non la batte nessuno.

Il gioco è semplice: si disegna una bambolina nuda su un foglio di carta, che poi viene ritagliata e usata come modella per cui disegnare vestiti su misura, anche questi di carta, da farle indossare.

Da piccola avevo una scatola in cui li tenevo tutti e ogni giorno ne creavo di nuovi.
Era un po’ come sentirsi delle stiliste. Un “gira la moda” creativo al 100% in quanto non bisogna semplicemente ricalcare le sagome ma inventare da zero.

Ho voluto riesumare questo gioco dalla mia memoria e riproporlo a mia figlia.

bamboline-di-carta-4

Beh…le è piaciuto tantissimo!

Ha solo 3 anni e mezzo e non è ancora in grado di disegnare cose complesse da sola, ma è stato bello anche farlo insieme. Io disegnavo in base alle sue indicazioni e poi lei colorava.

bamboline-di-carta

bamboline-di-carta-2

E’ un gioco che può proprio definirsi “a costo zero”, bastano dei fogli bianchi, forbici e colori.
Con questi pochi strumenti siano già in grado di aprire il nostro atelier 😀 creando tutti i vestiti e accessori che vogliamo, per altrettante bamboline (o bambolini!)

Insomma, è un gioco che non merita di finire nel dimenticatoio. Proprio come quello dei pupazzetti di carta da far vivere nei libri 

bamboline-di-carta-3

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *