W-Sitting (seduta a W): perché molti bambini si siedono così? Che rischi comporta?

W- setting, ovvero la seduta a W, è una dei modi più frequenti nei bambini piccoli di sedersi a terra mentre giocano permessa grazie all’elevata elasticità delle loro articolazioni.

In pratica questa posa consiste nel sedersi in modo tale che, osservandole dall’alto, le gambe assumono la forma della lettera W

I glutei sono poggiati a terra tra le gambe, le ginocchia piegate all’indietro e i piedi si aprono lateralmente ai lati delle anche con la punta rivolta all’esterno del corpo. La schiena resta pressoché dritta, più che altro curvata in avanti per arrivare ad afferrare i giochi che sono di fronte a lui.

Il W-Sitting è dannoso?

La seduta a W è una postura che i bambini assumono spontaneamente perché garantisce loro una grande stabilità con poco sforzo e non comporta conseguenze negative se assunta sporadicamente e per poco tempo.
Insomma, se voglio figlio mentre gioca ogni tanto si mette seduto anche in questo modo, per poi muoversi ancora e variare, non c’è da preoccuparsi.

Ma se il bambino tende a mantenere per lunghi periodi la posizione (anche con l’avanzare dell’età), potrebbero manifestarsi dei problemi a livello di sviluppo.
Ecco perché in quel caso è consigliabile agire per incoraggiare il bambino a sedersi in modo diverso.

Ma quali sono i rischi associati alla “seduta a W”?

  • Lussazione dell’anca – Se un bambino ha problemi all’anca, sedersi in posizione W può mettere a dura prova i fianchi e le articolazioni e aumentare la probabilità di lussazione.
  • Tronco / forza del baricentro limitata – Essendo una posizione molto stabile, i bambini seduti in posizione W non devono usare molto i muscoli centrali e quindi non li svilupperanno come farebbero in altre posizioni sedute.
  • Movimenti limitati – La posizione W rende difficile per i bambini ruotare la parte superiore del corpo e raggiungere entrambi i lati con una o entrambe le braccia. Non viene neanche sollecitato lo spostamento laterale del corpo, azione necessaria per lo sviluppo e l’acquisizine dell’equilibrio, fondamentale in attività come la corsa, saltelli su un piede e tutte le attività in generale che vanno svolte nella posizione eretta.
  • Vista limitata – anche la vista viene limitata perchè la si costringe ad osservare una zona inferiore in confronto alla reale possibilità di campo visivo.
  • Ritardo nello sviluppo della preferenza manuale – come già detto, questa posizione permette una stabilità molto grande al bambino che, dalla sua posizione dritta ed eretta, tenderà ad afferrare gli oggetti a sinistra con la mano sinistra e quelli a destra con la mano destra, ritardando lo sviluppo della preferenza manuale (importante per la scrittura e in molte attività quotidiane)
  • Aumento della tensione muscolare  Se un bambino è incline a rigidità muscolare o ipertonia , sedersi in posizione W aumenterà la tensione di anche, ginocchia e caviglie.
    In questa posizione inoltre viene esercitata un’eccessiva pressione sui muscoli abduttori dell’anca, i muscoli posteriori delle anche e i rotatori interni; anche i piedi non si trovano in una posizione corretta e potrebbero andare incontro a deformazioni particolari dell’arco del piede, al tallone e alle dita.

Ovviamente nella maggior parte dei casi queste problematiche non si presentano perché i bambini dopo un po’ smettono spontaneamente di sedersi in questo modo, ma è bene conoscere quali sono le possibili conseguenze di questa postura per poter intervenire in tempo nel caso ci si accorga che il bambino tende ad abusarne.

Come fare per evitare che il bambino assuma la seduta a W?

Se vi accorgete che vostro figlio tende a sedere troppo spesso e troppo a lungo nella “w-sitting”, cercate di intervenire prima che diventi un’abitudine consolidata:

  • Acquistate una piccola sedia o una poltroncina a misura di bambino e proporre al bambino a sedervici
  • Incoraggiare il bambino a sedere in una posizione alternativa come:
    1) gambe incrociate
    2) gambe davanti
    3) gambe di lato
  • Mettetegli a disposizione un tappeto comodo su cui giocare e su cui anche le altre posizioni risulteranno confortevoli. I classici tappeti-puzzle in gomma piuma vanno benissimo.
  • Ogni volta che lo vedete seduto in quel modo, ricordategli di “sistemare le gambe”. Potete aiutandolo mostrandogli il vostro modo di sedersi, ma anche sistemandogli voi stessi le gambe nella posizione corretta.

Link affiliati
Credit immagini: https://www.hiclipart.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.