G come giocare sicuro

Eccomi finalmente a parlarvi di cosa ho imparato durante il corso sulla sicurezza dei giocattoli tenuto da Assogiocattoli durante la fiera G come giocare.

Innanzitutto dobbiamo ricordarci che il gioco è una cosa seria, ed è un ingrediente fondamentale nella dieta di ogni bambino e comporta una serie di vantaggi fisici e mentali, sia per il bambino che per la famiglia.
Oltre ad essere divertente, l’attività del gioco è
-sana
-educativa
-utile per socializzare
-vitale per la partecipazione alla vita familiare.

Il gioco infatti stimola le capacità intellettive, la prontezza mentale, le conoscenze pratiche ed il benessere personale emotivo.

DSC_7432Pin

Ma come farlo in modo sicuro? Come riconoscere i giocattoli contraffatti e come tutelarci?

Quello che ho capito dopo aver seguito questa presentazione è che i giocattoli sono tra i prodotti più controllati in assoluto. Esistono test sulla tossicità, sulla resistenza alla trazione, sull’infiammabilità, sulla pericolosità delle parti piccole e appuntite, sulla radioattività e altro ancora…ma sono tutte cose che noi comuni mortali (leggasi: normali consumatori) non abbiamo modo di valutare in alcun modo se non comunque dopo aver comprato l’oggetto e averlo distrutto (poco utile no?).
Perciò, per quanto riguarda l’aspetto chimico e tecnico non possiamo che affidarci a chi ha il compito di eseguire questi test.
La nostra dogana è tra le migliori e quasi sempre si riescono a bloccare i prodotti illegali prima che superino il confine, a volte però i giocattoli contraffatti riescono a superare i controlli (nel 2013 la Polizia locale di Milano ha effettuale 2.301 sequestri penali, per un totale di circa 21.000.000 giocattoli contraffatti e non a norma)

Ma cosa possiamo fare noi consumatori per tutelarci e ridurre al minimo il rischio di mettere tra le mani dei nostri bambini dei prodotti poco sicuri?

1) Acquistando sempre i giocattoli presso rivenditori e siti web di fiducia

I marchi noti sono i più controllati ed eseguono sempre tutti i test di sicurezza. Vigilano attentamente e nel caso in cui un prodotto dovesse rivelarsi poco sicuro non esitano a comunicarlo e ritirarlo dal mercato.
Quindi evitare il più possibile di comprare giocattoli da ambulanti, bancarelle e negozi poco affidabili.
In particolare fate attenzioni ai giocattoli “chimici” come le bolle di sapone…sì lo so che sono proprio le bolle la cosa che andiamo a comprare nei posti meno raccomandabili, eppure ne sono state sequestrate tantissime contenenti virus e batteri… E quante volte i bambini le prendono con la lingua, poggiano la bocca sul sapone o se le fanno scoppiare negli occhi? Un rischio che, per una differenza di pochi centesimi di prezzo, è meglio evitare.

bollePin

2) Verificando sempre la presenza del marchio CE

La presenza del marchio CE ci dice che il produttore si è impegnato ad effettuare un’attenta analisi dei pericoli che il giocattolo può presentare e a soddisfare i requisiti minimi di sicurezza dell’unione europea (che sono tra i più rigorosi del mondo).
ATTENZIONE PERO’ a non confondere il marchio CE (che sta per comunità europea) con il marchio CE di “China Export”.

differenza-marchio-cePin

Senza contare che se qualcuno sta cercando di venderci un giocattolo contraffatto probabilmente non è una persona che si farebbe tanti scrupoli anche a stampare una finta etichetta con l’originale marchio CE, quindi non utilizzate la presenta di questa dicitura come prova inconfutabile di sicurezza.

3) Controllando che nome e indirizzo del produttore e/o distributore siano dichiarati sulla confezione

Così come i dati per poterlo identificare e contattare in caso di problemi. Un operatore onesto e responsabile non teme di essere riconosciuto. Bisogna invece dubitare di fronte a situazioni di scarsa trasparenza perché spesso sono il segnale di condizioni di sicurezza incerte.

4) Scegliendo il giocattolo pensando al bambino che lo riceve

Quindi evitare di dire “ma mio figlio è più avanti della sua età, posso anche prendergli un giocattolo riservato ad una fascia superiore” perché in questo modo lo si sottopone soltando ad inutili rischi.
Se esistono le fasce d’età un motivo c’è…
Nel caso (come il mio) in cui ci sono dei fratelli maggiori è normale che i più piccoli entrino in contatto con giocattoli non adatti alla loro età…d’altra parte non si può nemmeno obbligare il più grande ad usare giochi da poppante! Perciò il mio consiglio in questi casi è di usare il buonsenso, lasciando che il piccolo tocchi i giochi del grande ma sempre sotto la nostra supervisione! Una volta finito di giocare, riporre i vari giocattoli in contenitori distinti e fare in modo che il bambino piccolo sia in grado di accedere autonomamente soltanto ai giochi adatti alla sua età.

DSC_7425-2Pin

5) Assicurandosi di aver seguito correttamente le istruzioni di montaggio e di utilizzo

Il foglietto illustrativo non è un optional messo nella confezione per caso. Va letto, capito e le istruzioni seguite correttamente

6) Rimuovendo tutti gli imballi

La maggior parte delle morti causate dai giocattoli avviene non per colpa del giocattolo in sè, ma dell’imballo.
Assicurarsi sempre che il bambino non giochi con gli imballi in quanto il rischio di soffocamento è un pericolo reale.
imballoPin

7) Assicurandosi personalmente che i giocattoli e le loro parti smontabili non presentino spigoli appuntiti

Ricordiamo che i bambini al di sotto dei 3 anni tendono a portare spontaneamente gli oggetti alla bocca. Prestiamo attenzione anche ai giocattoli che hanno stringhe, corde e lacci i quali non devono avere una lunghezza tale da renderli pericolosi.

8) Assicurarsi che il vano dei giocattoli a batterie sia chiuso con delle viti

Inoltre mai mischiare batterie vecchie e nuove o con differenti tensioni!

9) Verificando periodicamente che i giocattoli non presentino rotture o anomalie funzionali

Può capitare che anche un giocattolo in origine sicuro, in seguito ad urti e cattiva manutenzione si danneggi diventando pericoloso. Per questo teniamo sempre gli occhi aperti e controlliamo che i giochi dei nostri bimbi mantengano i requisiti di sicurezza anche nel corso del tempo.

DSC_7407-2Pin

10) Insegnando ai bambini a riordinare i giocattoli

Molti incidenti sono causati da cadute accidentali su giocattoli lasciati sul pavimento. In quel caso la colpa non è del giocattolo in sè, ma del disordine… il tutto si può evitare rimettendo a posto una volta finito di giocare. Spieghiamo ai nostri bambini che non è solo una nostra fissazione per rompere loro le scatole, ma che ne vale la loro ricurezza!

DSC_8289_602x900Pin
 Bene…ora che avete buttato metà dei giocattoli che avete in casa…. buon divertimento 😀

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.