5 modi per aumentare la concentrazione nei bambini

Cosa fare quando il bambino non riesce a rimanere concentrato?

Sono sempre di più i bambini che tendono ad avere problemi di concentrazione.
Iniziano a giocare con qualcosa… ma dopo 10 minuti di stancano.
Passano ad un altro… ma dopo poco succede lo stesso.

Iniziano un disegno, ma arrivati a metà si stufano e lo finiscono in modo sbrigativo.
Proviamo un gioco da tavolo, ma mentre gli stai spiegando le regole già stanno pensando a qualcos’altro.

Allora accendiamo la tv, ma non riescono a seguire un film vero e proprio e l’unica cosa che li diverte sono cartoni animati o video brevi e veloci, in cui tutto succede subito, senza trame complesse da seguire.

A scuola non riescono a seguire bene la lezione. Hanno difficoltà a restare seduti. Finiscono i compiti in modo sbrigativo o non vogliono proprio farli.

Se riconoscete alcuni di questi comportamenti in vostro figlio non vi preoccupate: non siete soli.
Ma soprattutto, esistono delle soluzioni!

Inserendo queste attività e piccole abitudini nella vostra routine, vedrete presto dei cambiamenti sorprendenti!

5 modi per aumentare la concentrazione nei bambini

Innanzitutto, prima di iniziare, dovete tenere presente il vostro obiettivo, cioè: aumentare la concentrazione.
Questo significa evitare di concentrarsi su altri risultati, come la bravura, la precisione, l’aumento dei voti o altro.
Quelle sono cose che seguiranno automaticamente (e gradualmente) una volta acquisita l’abilità di concentrarsi.

E come per tutto, tenete a mente che prima si inizia, prima si vedranno i risultati e ovviamente sono tutte cose che possono essere messe in pratica in maniera preventiva.

Esercizi e sport

Fare esercizio fisico ha un grandissimo impatto sul livello di attenzione e sul rendimento scolastico.
L’attività fisica aumenta l’ossigenazione al cervello, risveglia i muscoli e aiuta a scaricare l’energia extra (quella che porta i bambini a muoversi e passare continuamente da un’attività ad un’altra) permettendo ai bambini di stare più facilmente seduti e attenti al momento giusto.
Lo sport inoltre, trasmette i valori di impegno, determinazione, costanza.

Quindi portateli spesso a giocare all’aria aperta e/o trovate uno sport che gli piaccia e lo diverta, in questo modo il dovere si trasformerà in un gioco e un piacere.

Inserire gli Omega 3 nella dieta

Gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali.
Questa definizione è data dal fatto che sono indispensabili per la salute ma non sono prodotti a sufficienza dal nostro corpo.
Questo significa che devono essere necessariamente assunti attraverso l’alimentazione e in caso di bisogno, con l’integrazione.

Gli Omega 3, tra i tanti benefici che apportano per la salute, svolgono un ruolo fondamentale sullo sviluppo cerebrale e del tessuto nervoso.

Gl Omega 3 possono essere assunti attraverso l’alimentazione, per questo nei menù dei nostri bambini non devono mai mancare gli alimenti ricchi di questi grassi: pesci (sgombro, sardine, fegato di merluzzo, pesce spada) ma anche frutti di mare, cavolfiore, broccoli, semi, noci.

La difficoltà in questo caso però possiamo trovarla nel palato “selettivo” dei bambini, che spesso mangiano con fatica questi alimenti a causa del loro sapore deciso.

In questo caso possiamo valutare il supporto di un integratore.

Io per i miei figli ho scelto Kids Omega-3 di Nutrilite perchè le compresse sono sotto forma di caramelle gelly al gusto di frutta che i bambini assumono molto volentieri (e sinceramente anch’io le preferisco alle classiche compresse con retrogusto di pesce!). Inoltre contiene anche la vitamina D, davvero fondamentale soprattutto durante i mesi invernali perchè contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario.

Ne basta una al giorno, da assumere durante i pasti poiché l’assorbimento degli ingredienti solubili di questi tipo funziona maggiormente in combinazione con il cibo.

Musica

Non sottovalutate il potere della musica!
La musica infatti gioca un ruolo importantissimo sul controllo del nostro lato inconscio e posso riportare la mia esperienza personale.
L’anno scorso dopo essere tornata dalla riunione con le maestre e aver appreso che Daniel stava avendo dei problemi di concentrazione e sia i voti che il comportamento ne stavano risentendo parecchio.
Beh, invece di sgridarlo… siamo andati dritti al negozio di musica.
Gli ho detto di scegliere uno strumento e lui ha scelto la chitarra.
La settimana successiva ha iniziato la prima lezione (a cui poi mi sono aggiunta anch’io e ora stiamo imparando insieme!)

Che dire… in poco tempo ho iniziato a vedere i risultati!
Imparare a suonare uno strumento richiede impegno e costanza, ti obbliga a concentrarti su quello che stai facendo… ma la soddisfazione che ti porta (creare musica!) ti spinge a non mollare.

Inoltre avere uno strumento da poter prendere in mano e con cui allenarsi, offre al bambino un’alternativa agli schermi in qualsiasi momento.
Non esisterà più il “mi annoio, non so cosa fare”!

Imposta delle routine

Impostare una routine giornaliera aiuta i bambini ad essere più indipendenti e sicuri.
Stabilire degli orari precisi in cui svolgere azioni precise migliora in generale il comportamento dei bambini, riduce i capricci e aumenta l’abilità di concentrazione

Tra le attività da inserire nella routine, provate a sostituire un momento che prima veniva trascorso guardando gli schermi, con “l’ora del gioco da tavolo”.
I giochi da tavolo sono un’altra attività che oltre a rafforzare i rapporti all’interno della famiglia o tra amici, aiutano ad allenare attenzione e concentrazione in quanto ci sono regole da capire e per giocare bisogna aspettare pazientemente il proprio turno (ma senza distrarsi, perchè è importante anche vedere cosa fammi gli altri!)

Lettura condivisa

Impostate tra le routine serali quella di leggere qualche pagina di un libro e (in aggiunta o in alternativa) trovate sempre del tempo per leggere ai vostri bambini.
Sia leggere da soli, che ascoltare qualcuno che legge, ha degli effetti benefici enormi sul cervello e sulle capacità di concentrazione, oltre ad espandere il lessico e migliorare la memoria.
Sei minuti di lettura riducono lo stress del 60%, in quanto portano ad un rallentamento del battito cardiaco e ad allentare la tensione muscolare.

*Post in collaborazione con Amway*

1 comment on 5 modi per aumentare la concentrazione nei bambini

  1. Massimiliano
    1 Dicembre 2019 at 17:49 (7 giorni ago)

    Mio figlio adora suonare l’armonica, lo rende in effetti più sereno e lo aiuta a fare di più

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.