Caldo e bambini: 9 modi per proteggerli!

L’estate e il caldo sono arrivati in tutta Italia e anche se gli aspetti positivi sono molteplici dobbiamo alzare l’asticella dell’attenzione nei confronti dei nostri figli e proteggerli da eventuali colpi di calore e malessere.

Ecco di seguito alcuni consigli utili da seguire per affrontare il caldo serenamente e far star bene i nostri figli:

BERE SPESSO: i bambini più sono piccoli e maggiore è la loro sudorazione, per questo i neonati fino ai 6 mesi è bene attaccarli più spesso al seno per far si che non si disidratino, è sconsigliato dare acqua perchè li farebbe arrivare alla poppata principale con un finto senso di sazietà mentre già il latte stesso materno ne contiene il 95% perciò è più che sufficiente per il loro fabbisogno.

Dai sei mesi, con l’inizio dello svezzamento, si possono inserire dei piccoli sorsi d’acqua e si va ad aumentare man mano con la crescita.
I bambini tendono a chiedere l’acqua quando sono già in fase di disidratazione perciò è bene proporla noi stessi prima che la chiedano. Portate sempre con voi un biberon o una bottiglietta d’acqua così da proporre piccoli sorsi durante l’intero arco della giornata.

CREMA SOLARE: la pelle dei bambini è molto delicata e i raggi solari sono molto forti, perciò non solo al mare ma anche per una passeggiata per la città è bene spalmare una bella protezione 50.
Prendetela come abitudine mentre lo vestite per uscire perchè indossando calzoncini e magliette corte basta davvero poco tempo esposti al sole per farli bruciare.

CAPPELLINO: spesso i bambini non sopportano avere cose in testa come cappelli o fascette ma è bene trovare la chiave per riuscire a farglieli indossare.
Andate insieme a comprarlo e scegliete magari quelli con i loro cartoni preferiti, iniziate ad indossarlo anche voi se serve a convincerlo in modo tale che durante le uscite fuori siano ben coperti dal sole che batte forte sulla loro testa, soprattutto per chi ha i capelli chiari, radi o comunque di un taglio rasato che tiene scoperta la cute.

ARIA CONDIZIONATA O VENTILATORE?
Entrambi possono essere adatti in base all’utilizzo che ne viene fatto. L’aria condizionata sicuramente rinfresca l’ambiente in modo eccezionale, ma attenzione a non impostare una temperatura troppo bassa creando degli sbalzi esagerati da dentro a fuori.
Meglio posizionare le alette verso l’alto così che non siano dirette sul bambino. Il ventilatore muove semplicemente l’aria dando una piacevole sensazione di fresco, ma senza abbassare le temperature perciò va più che bene purchè anche questo non venga puntato diretto se il bambino è sudato o ha i capelli bagnati.

EVITARE LE ORE PIU’ CALDE: che siate al mare o in città è meglio evitare di uscire nelle ore troppo calde, piuttosto (se non volete stare in casa) rifugiatevi in ambienti freschi come ludoteche o parchi gioco al chiuso.
Tra le 12 e le 17 è meglio non esporre i bambini al sole o comunque alle elevate temperature.

PARASOLE IN AUTO: attrezzatevi bene con i parasole per l’auto, permettono di mantenere più fresco l’ambiente esterno (evitado così di esagerare con l’aria condizionata) e proteggono i bambini dai raggi diretti del sole. Non lasciare assolutamente neanche per pochi minuti il bambino in auto da solo perchè estremamente pericoloso.

CIBI FRESCHI E POVERI DI GRASSI: quando fa molto caldo meglio proporre nei pasti cibi freschi, ricchi di acqua e di fibre, frutta e verdura. I cibi che contengono molti grassi servono all’organismo per produrre calore, cosa assolutamente inutile in un periodo dell’anno dove le temperature sono elevate.

DOCCE FREQUENTI CON POCO SAPONE: mentre d’inverno il bagnetto di sera è preso più come un momento di gioco e relax tra schiuma e bolle di sapone, l’estate ci si orienta di più su docce fresche e più frequenti. Utilizzate pochissimo detergente o anche nulla se volete solo rinfrescare vostro figlio. Così eviterete di alterare il PH della palle ma darete sollievo con dell’acqua fresca idratando il corpo di vostro figlio.

EVITARE BIBETE TROPPO FREDDE: si tende spesso d’estate a bere con foga e direttamente bibite che si trovano in frigo. E’ assolutamente sconsigliato e pericoloso. Pensate che d’estate la temperatura esterna è intorno ai 30/35 gradi, il nostro corpo e quello dei bambini è intorno ai 36°. Bere di getto liquidi con uno sbalzo di quasi 40 gradi in confronto alla nostra temperatura è davvero esagerato e potrebbe fare molto male all’organismo. Le bibite vanno tenute a temperatura ambiente o comunque tirate fuori una decina di minuti prima che le si vogliano assumere.

*Link affiliati*

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.