6 modi per rendere la tua casa più luminosa

In media passiamo il 90% della nostra vita al chiuso.
Starete pensando: “Ma no, non è vero” “Non è possibile”… eppure sono dati scientifici, reali.
Salvo casi eccezionali, che sono una vera rarità, le nostre vite si svolgono tra spostamenti da un posto chiuso ad un altro.
Inutile negarlo, la nostra e quella dei nostri figli è l’indoor generation.

Le nostre case sono il nostro rifugio e non c’è posto al mondo in cui ci piace di più stare.
Le abbiamo riempite di tutto ciò che ci piace e di cui abbiamo bisogno e crediamo non ci manchi nulla, invece abbiamo dimenticato alcune cose fondamentali: la luce del sole, l’aria, la natura!

Sono cose di cui l’essere umano ha bisogno! Da quando ce ne siamo privati infatti sono aumentati disturbi come allergie, asma, depressione, problemi alle ossa…

Non ce ne rendiamo conto, ma le nostre case sono diventati ambienti malsani. Studi dimostrano che l’aria in casa può essere fino a 5 volte più inquinata che all’esterno.

Possiamo imporci di passare più tempo fuori, a contatto con la natura e l’aria fresca, ma quanti di noi svolgono delle vite che lo permettono?
Ci svegliamo la mattina e passiamo dalla casa alla macchina, dalla macchina alla scuola o all’ufficio, nel pomeriggio ci aspettano palestre, piscine, scuole di musica, supermercati e poi di nuovo a casa.
I più fortunati riescono a ritagliarsi un’oretta per portare i bambini al parco, ma 1h su 24 è davvero sufficiente?

C’è chi ad un certo punto molla tutto e si trasferisce in campagna ad allevare galline o coltivare lavanda, ma no, non è proprio la vita che fa per me!

Ecco quindi qualche consiglio per riportare la luce e la natura nella nostra vita, senza bisogno di stravolgerla completamente.

PICCOLI CONSIGLI PER PORTARE LA NATURA IN CASA

1) SPALANCARE LE FINESTRE

Tutti i giorni e tutti i mesi dell’anno. Come facevano le nostre mamme e nonne, un gesto automatico che però si sta perdendo nelle nuove generazioni.
Arieggiare le stanze invece è fondamentale per il ricambio dell’aria, far uscire eventuali germi ed evitare che si formi umidità.
In particolare bisogna ricordarci di aprire le finestre quando cuciniamo (no, la cappa non basta!) e quando facciamo la doccia.
Ecco, questo è proprio il mio punto debole… faccio delle docce super bollenti e dimentico sempre di aprire un po’ la persiana, con il risultato che quando esco nel bagno c’è una coltre di vapore talmente densa che non si riesce a vedere nulla. La conseguenza è che mi si sta staccando il soffitto e si è formata la muffa.
Da oggi però voglio iniziare a starci super attenta: prima di entrare in doccia, aprirò un po’ la finestra e appena finito la spalancherò per far arieggiare bene!

2) NON STENDERE I PANNI IN CASA

Questa a dire il vero è una cosa che già non faccio più da tempo, ma solo perché ho preso l’asciugatrice e ho scoperto che è troppo comoda.
Prima invece mettevo tranquillamente i panni ad asciugare sullo stendino in casa. Sbagliatissimo!
Per 2 motivi:
Il primo è che i detersivi che utilizziamo sono composti chimici e nel momento in cui si asciugano le particelle più grandi e dannose vengono rilasciate nell’aria e noi le respiriamo.
Il secondo è che i panni in casa, generano umidità all’interno della casa, rendendola l’ambiente ideale per lo sviluppo di muffe.
Se proprio non potete fare diversamente, utilizzate esclusivamente detersivi naturali e aprite le finestre finché non si sono asciugati completamente.

3) INSTALLARE FINESTRE A SOFFITTO

Se la vostra casa lo permette, installare delle finestre per tetti VELUX è la soluzione migliore per far entrare la luce naturale in casa.
Innanzitutto non occupano spazio sulle pareti, che quindi potranno essere impiegate in altri modi con un bel risparmio di spazio, ma soprattutto ci permettono di ricevere la “luce zenitale”.
La luce zenitale non è altro che la luce proveniente dallo zenit, cioè dall’alto. In questo modo illuminerà la stanza in modo diretto e più intenso, perché non risente dell’orientamento e non viene riflessa.
Le finestre zenitali inoltre migliorano anche la ventilazione (l’aria calda e viziata tende a salire autonomamente verso l’alto).

In ambienti mansardati fa  davvero la differenza tra una stanza buia e cupa e una luminosa in cui si ha piacere a stare!

4) APRIRE LE TENDE

In Italia abbiamo questa strana fobia che qualcuno possa guardarci dentro casa. Ok, la privacy è importante, ma è importante anche far entrare i raggi del sole.
Inoltre un’altra cosa a cui non pensiamo mai, è l’importanza di poter far viaggiare lo sguardo oltre i muri di casa.
Inoltre poter vedere fuori, il sole, il movimento, la vita… ci mette anche voglia di uscire fuori!

5) PIANTE DA APPARTAMENTO 

Mettere delle piante in alcuni punti della casa, ci aiuta a mantenere il contatto con la natura e ci invoglia ad instaurare un rapporto con lei.
Oltre a dare alla casa un aspetto molto più vivo! (Inoltre per farle sopravvivere sarete costretti ad aprire le finestre!!)

6) POSIZIONARE I MOBILI NEL MODO GIUSTO

A volte bastano piccoli cambiamenti per fare la differenza.
Ad esempio, se siamo soliti leggere seduti sul divano, posizioniamolo sotto la finestra. Lo stesso vale per la scrivania e l’angolo studio.
La luce naturale infatti aumenta la produttività e la concentrazione.


E voi, quanto tempo passate in casa o comunque in posti chiusi?
Vi lascio qui sotto il video che ha fatto scattare la molla nella mia testa, vi consiglio di guardarlo perché è bellissimo e di grande ispirazione (se non partono in automatico, attivate i sottotitoli in italiano cliccando sul simbolo dell’ingranaggio)

*

*Post in collaborazione con VELUX*

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.