5 passi per combattere la ritenzione idrica

5 passi per combattere la ritenzione idrica

di Sara Massimiani

 

Innanzitutto capiamo bene cosa sia: la ritenzione idrica è la tendenza dell’organismo a trattenere i liquidi che vanno ad accumularsi negli spazi tra le cellule causando edema, un gonfiore anomalo che si presenta in determinate parti del corpo come addome e cosce/gambe/glutei.

Nonostante sia un disturbo del quale ne soffrono soprattutto le donne, gli uomini non ne sono immuni, ed entrambi potrebbero aver bisogno di combatterla.
I liquidi che non vengono smaltiti dall’organismo ristagnano all’interno del nostro corpo insieme a un’elevata quantità di tossine.

Ovviamente consiglio prima di tutto un colloquio con un medico, ma intanto vi lascio delle accortezze da seguire per correre ai ripari e iniziare da subito a migliorare la salute del nostro corpo e di conseguenza anche quel lato estetico che ci fa venire la così detta pelle “a buccia d’arancia” che spesso ci mette a disagio.

Seguire uno stile di vita sano ed equilibrato andrebbe fatto tutto l’ anno e non per essere più belle ma per stare meglio con se stesse, perciò prendete questi 5 punti non come il rimedio assoluto contro la ritenzioe idrica ma come un modo per prendervi cura di voi, ogni giorno:

BERE MOLTA ACQUA NATURALE: bere a piccoli sorsi e ripetutamente durante l’intera giornata aiuta l’organismo ad eliminare le tossine e i liquidi in eccesso favorendo la diuresi ed abbinando questa sana abitudine a un’alimentazione povera di sodio

ASSUMERE POCO SALE: il sale è uno dei peggior nemici della ritenzione idrica, bisogna seguire una dieta iposodica ed evitare cibi che ne contengono in elevate quantità come salumi, cibi in scatola o conservati.
Abituatevi a consumare cibi freschi, frutta, verdura e condire con poco sale o eliminandolo completamente visto che gli alimenti in sé già ne contengono la giusta quantità. Il sapore? sicuramente cambierà ma è anche una questione di abitudine perciò diminuite gradualmente per dar tempo al palato di abituarsi.

FARE ATTIVITA’ FISICA: un’attività costante e regolare è necessaria per combattere la ritenzione idrica. Abbandonate la scusa del tempo che non avete per andare in palestra perchè basta muoversi! Coinvolgete i bambini e invece di stare in casa o sedute su una panchina al parco a guardarli muoversi, fate con loro lunghe passeggiate, raccogliete sassetti e foglie per fare un bel disegno a casa, giocate a palla o a nascondino con loro, potranno solo che essere felici di questa vostra scelta.
Il movimento aiuta la circolazione anche a livello linfatico in tutti i distretti corporei, in particolare sugli arti inferiori, proprio dove è maggiore l’accumulo di ritenzione idrica, abbandonare la vita sedentaria è il primo passo per risultati visibili.

 

ADDIO A VESTITI ADERENTI E TACCHI TROPPO ALTI: soprattutto per chi fa un lavoro che lo costringe a stare molte ore in piedi e magari anche fermo sullo stesso punto è meglio evitare pantaloni troppo stretti e tacchi troppo alti perchè non favoriscono la circolazione e portano all’aumento della ritenzione idrica.

ATTENZIONE A QUALI FARMACI ASSUMETE: molti farmaci sono ricchi di sodio e, a meno che non siano fondamentali per la vostra salute, rivolgetevi a un medico per cercare un’alternativa che non abbia una così alta concentrazione dello stesso.
I farmaci più ricchi di sodio sono gli antiacidi utilizzati per ridurre o combattere l’acidità gastrica o quelli ormonali, ma anche il cortisone e gli antiinfiammatori.

Fate di questi consigli la vostra quotidianità e vedrete in poco tempo i primi miglioramenti!

Ovviamente seguirne solo una non basta, ma partite da quella che vi viene più facile per condurre il vostro stile di vita in modo più sano.

 

Share Button

1 comment on 5 passi per combattere la ritenzione idrica

  1. Bianca
    10 Giugno 2019 at 11:58 (2 mesi ago)

    purtroppo soffro di questo problema 🙁 grazie dei consigli.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.