Perché i bambini chiedono l’acqua quando è ora di dormire?

E’ sera tardi e la giornata sta per concludersi.
Sulle nostre spalle una giornata lunga e stancante ma finalmente è arrivata l’ora della nanna. Favola della buonanotte, coccole, bacio… ma quando la luce è spenta e ormai ti sei sdraiata sul letto per abbandonarti al relax, puntualmente senti gridare dalla cameretta: “Mammaaaaaaaa, ho seteeeeee”!
Impossibile non pensare “ecco, lo fa apposta!”
Infatti una  volta portata l’acqua si bagneranno appena le labbra, oppure berranno mooolto molto lentamente, ma per loro quel gesto che noi appare solo come un modo per stressarci, vale più di quanto possiate immaginare.

Perché i bambini chiedono di bere quando sono a letto?

Anche se è la prima cosa che ci viene in mente, il motivo non è perché vogliono rimandare la nanna e stare più tempo con noi, visto che a portare un po’ d’acqua si impiegano all’incirca 3 minuti in tutto, sarebbe una scusa troppo banale per guadagnare del tempo e levarlo al sonno.

Chiedono l’acqua nel momento in cui sono soli, al buio e appena li avete salutati proprio perché per loro quella richiesta cela molto di più. Non è solo l’acqua che vogliono, ma la certezza che anche se siete andati via, al suo bisogno siete pronti a tornare, e che rispondereste altre mille volte alle sue esigenze, il vostro varcare la soglia col bicchiere in mano è simbolo di sicurezza e tranquillità.
Confermate in questo modo che può fidarsi di voi perché anche se non vi tocca con le mani o vede con i propri occhi è come se foste sempre li a rassicurarlo e consolarlo.
Non mostrate perciò rabbia o un viso scocciato quando apparirete al suo fianco, sarebbe come dire che non avreste voluto essere li e si addormenterà con questa sensazione.E’ un ultimo sforzo dell’infinita giornata, ma un tassello fondamentale per la sua crescita e va compiuto con amore
.
Arriverà il giorno in cui non ci chiameranno più per il bacio della buonanotte o per il bicchiere d’acqua e sono sicura che ci mancherà.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.