7 modi per aumentare l’autostima dei bambini

Anche se i bambini a primo impatto possono sembrare molto determinati e consapevoli di ciò che vogliono, nascondono tutti un lato fragile e insicuro, hanno bisogno di approvazione e di sentirsi rassicurati.
Pensate a quante volte girano lo sguardo verso di noi quando stanno per combinare una marachella, se sono sullo scivolo al parco, mentre rincorrono un cagnolino o se saltano in una pozzanghera. Da una parte la voglia di esplorare, scoprire e buttarsi ma dall’altra il bisogno di sentirsi amati e compresi anche nella loro libertà e negli errori.

Nei primi anni di vita poggiamo i mattoncini fondamentali per quella che sarà la personalità di ogni individio e tra questi non deve mancare la stima di sè e la percezione delle proprie capacità da rivendicare nel mondo.
La mancanza di autostima porta alla difficoltà di espressione delle proprie capacità. Per crescere un bimbo sano e forte bisogna non solo curare la parte fisica ma prenderci cura soprattutto dello spirito.
“Ogni tanto dovremmo guardarci con gli occhi dei nostri figli”, ricordate che per loro siamo molto di più di quanto crediamo ed è per questo che i nostri atteggiamenti hanno un peso considerevole nel loro cuore e sono sempre i nostri comportamenti a lasciare un’impronta nell’adulto che un giorno diventerenno.

7 modi per aumentare l’autostima dei bambini

Coltivare l’autostima di un bambino gli consente di provare e sperimentare per conto suo, con la propria testa e le proprie forze, essere autonomo nelle decisioni e ad imparare dai propri errori, affrontando le sfide della vita senza fuggire, reagire in modo positivo alle difficoltà che si possono incontrare e avere la capacità di reinventarsi e rialzarsi sempre.
Come possiamo aiutare i nostri figli a crescere serenamente credendo in se stessi, nei risultati ottenuti con l’impegno e nella resilienza per arrivare ai risultati prefissi? E come rialzarsi quando nonostante tutto le cose non vanno come vorremmo?

Ecco qui 5 indicazioni su come coltivare l’autostima nei nostri figli:

1) DITEGLI SPESSO CHE LI AMATE: mai dare per scontato l’amore, anche quello per i propri figli. E’ più immediato esternare un disappunto o perdere la pazienza per qualcosa che hanno combinato, ma non doniamo ai loro occhi solo questi atteggiamenti. Loro non possono sapere quanto amore provate per loro e comunque sentirselo dire fa piacere a tutti, perciò guardateli negli occhi, abbracciateli, baciateli e non perdete mai l’occasione per dire loro quanto li amate. Sono gesti che fanno distendere le tensioni, creano unione e rafforzano il contatto. Insegnerete loro a dimostrare affetto senza vergogna e a donare momenti di benessere aprendo il proprio cuore agli altri.

2) INCORAGGIATE LE LORO PASSIONI: i figli li mettiamo al mondo ma non sono nostri. Spesso si vedono genitori che cercano di rivivere nella vita del figlio cercando di imporre titoli di studio o sport. Assolutamente sbagliato!
I nostri figli devono essere liberi di scegliere che percorso vogliono fare e noi dobbiamo incoraggiare le loro passioni. Devono sentirsi liberi di essere se stessi e di esprimersi senza timore che noi non abbiamo fiducia e stima di loro.

3) APPREZZATELI IN PUBBLICO: questo non significa assecondare e apprezzare in modo estremo ogni atteggiamento. Si parla di piccoli gesti quotidiani, anche quando si è davanti agli altri. Sentirsi amato e apprezzato anche in pubblico farà aumentare la sua autostima e la gioia di essere l’orgoglio di qualcuno. Lo aiuterà ad abituarsi a confrontarsi nella collettività e a farsi valere nel gruppo. Dirgli che è stato bravo a fare qualcosa, gli darete la spinta per porsi un nuovo obiettivo e fare sempre qualcosa in più.

4) SPINGETELI A SUPERARE I PROPRI LIMITI: Incoraggiateli ad uscire dalla loro zona di comfort. Ci saranno momenti della vita dove l’equilibrio verrà a mancare e non sempre questo dipenderà da noi. Abituateli così a reagire, a trovare soluzioni e a sapersi orientare anche oltre ciò che già conoscono. Spingersi oltre i propri limiti permetterà al bambino di avere consapevolezza che alla fine, nonostante le difficoltà e le avversità, loro ce la faranno. A volte è più la paura di vedere cosa c’è oltre che la difficoltà di affrontare realmente la situazione.

5) RICORDATEGLI I LORO SUCCESSI: i momenti di sconforto ci sono per tutti, ed è proprio li che dovrete essere ancora più presenti. Ricordate loro che anche se questa volta non è andata come avrebbero voluto, ci sono state tante altre occasioni in cui ce l’hanno fatta. Che la perfezione non esiste ma che piangersi addosso non serve a nulla. Bisgna rimboccarsi le maniche e ricominciare. Non sottolineate gli aspetti deludenti delle loro sfide in un momento già di sconforto ma riportate alla loro memoria i successi ottenuti dalle loro capacità.

6) SOLO CRITICHE COSTRUTTIVE: anche le critiche sono importanti e fanno parte della crescita. Devono avere consapevolezza degli errori e di come non ripeterli o comunque superarli. Per questo va fatto notare in modo costruttivo ciò che non è andato bene. Bisogna soffermarsi e spiegare bene il perchè e insieme vedere come superare o migliorare l’ostacolo.
Le critiche fine a se stesse non portano a nulla e non danno miglioramenti di nessun tipo.

7) DATEGLI ATTENZIONE: il messaggio che deve passare è che vostro figlio, ciò che fa e che lo appassiona è per voi importante e unico. Non negategli mai l’ascolto anche se per l’ennesima volta vi vorrà raccontare di super eroi o videogiochi che a malapena comprendete. Fategli domande interessate e non rimandate sempre al “dopo” perchè credete che possa aspettare che voi finiate le vostre faccende. Dategli attenzione piena se vi porge delle domande, smettete di guardare il telefonino e sedetevi accanto a lui per tutte le spiegazioni che necessita. E’ un momento molto importante e positivo che venga da voi perchè si fida a confidarsi e chiedere spiegazioni.
La complicità che si crea con queste piccole attenzioni farà da base per un rapporto unico e profondo, pieno di amore e di voglia di condividere gioie, esperienze e passioni.

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.