Crosta lattea: cos’è e come trattarla

Crosta lattea nel neonato

Già dalla nascita o nelle prime settimane di vita del bambino può manifestarsi la tanto conosciuta crosta lattea, vediamo insieme cos’è e quali sono invece le credenze “popolari” legati ad essa.

La crosta lattea è composta da squame giallognole e spesso unte che si formano principalmente sulla testa del neonato ma anche dietro le orecchie, sul naso e alla base della nuca; compare solitamente tra la prima e la sesta settimana di vita del bimbo e tende a scomparire da sola intorno al 5/6 mese.
E’ semplicemente una forma di dermatite seborroica ovvero una condizione infiammatoria della pelle causata da un’eccessiva produzione di sebo da parte di alcune ghiandole presenti maggiormente in alcune aree circoscritte tra la testa e la nuca.

Si formano delle piccole squame che aderiscono strettamente alla cute ma sono assolutamente benigne, l’allarme provato dal genitore è causato maggiormente da una visione estetica non piacevole.

Molte mamme si chiedono se devono curarla o addirittura staccarla e grattarla via, la risposta è ASSOLUTAMENTE NO, potreste solo peggiorare l’irritazione.
L’unica accortezza alla quale possiamo ricorrere sono lavaggi frequenti dei capelli con prodotti particolarmente oleosi (rivolgendosi sempre al nostro pediatra) e passare sulla cute dopo il lavaggio un batuffolo di cotone imbevuto di olio di mandorla o di oliva, per ammorbidire le squame e lasciarle cadere naturalmente.

Perciò care neo-mamme non allarmatevi, è una condizione molto diffusa nei neonati ma del tutto innocua.
In ogni caso portatelo periodicamente dal pediatra e monitorate insieme il miglioramente delle squame per tenere comunque ogni cosa sotto controllo.
Non ascoltate le chiacchiere della gente che si tramanda detti popolari che non sono basati su nessuna reale fonte scientifica, ad esempio riguardo il fatto che sia “colpa” del latte materno; il nome crosta lattea non viene dalla sua causa, ma dal semplice fatto che è una condizione che si verifica nei lattanti.

In farmacia vendono anche delle spazzole per crosta lattea, adatte alla cute del neonato che ne soffre, che non staccano le squame ma che aiutano delicatamente ad andare via a quelle che già stanno per cadere, accellerandone semplicemente il processo.

Ce ne sono di tantissime marche e modelli, date un’occhiata a questa trovata su Amazon per farvi un’idea:

Spero che questi consigli possano esservi utili a stare più tranquilli riguardo questa frequente condizione dei neonati

   

*Links affiliati*

Post di Sara Massimiani

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.