Viaggiare in macchina con un bimbo piccolo: 5 consigli e 5 acquisti utili

Post di Sara Massimiani + Silvia Lonardo
Ironicamente mi sono sempre definita una “mamma avventura”!
Un po’ per carattere e un po’ anche per superficialità (mi rendo conto a volte) è difficile che mi faccia intimidire dal non fare qualcosa perchè “ho un bimbo”.
Fin dalla nascita di Damiano la mia più grande preoccupazione era il pensiero di dover star segregata dentro casa, come molte altre mamme mi dicevano di dover fare per i primi tempi.

Fortunatamente, con la bella stagione dalla mia parte (visto che è nato il 4 aprile) e quella giusta dose di incoscenza e voglia di vivere non mi sono mai limitata ad andare al mare anche da sola, partecipare a gite all’aria aperta o girare la città per andare in modo indipendete a fare compere, visite ecc.

D’altronde a Damiano così piccino bastano poche cose per farlo stare sereno, come un posto comodo per dormire, la giusta alimentazione in base all’età e le coccole della mamma.
Ho sempre pensato: BASTA ORGANIZZARSI!
L’ultima che abbiamo fatto lo scorso week-end sono stati 1200 km in tre giorni per andare a trovare Silvia (che poi è mia cugina :D), marito e nipoti a Rovigo.
Per viaggi così lunghi non basta solo una bella dose di spirito d’avventura, anzi! Bisogna organizzarsi al meglio per rendere serena a tutti, bimbo soprattutto, la gita fuori porta.
Dopo un’attenta riflessione ho scartato l’idea del treno perché non volevo essere condizionata dagli orari prestabiliti e soprattutto, conoscendo il mio bimbo, sapevo che tenerlo FERMO e BUONO in un posto nuovo e tutto da esplorare sarebbe stato impossibile.

Ecco quindi come mi sono organizzata con un bimbo di un anno e mezzo per affrontare il viaggio in macchina

Una piccola lista delle 5 cose che non devono mancare:
PERSONALE DI SUPPORTO: più comunemente conosciuta come mia mamma!
Requisiti richiesti: PATENTE B e conoscenza del bebè!
E’ stato un piacere passare 3 giorni insieme a condividere quest’esperienza e tante chiacchiere e mi ha aiutata ad affrontare il tutto senza uscirne con i capelli dritti.
ORARI STRATEGICI: a nessuno piace stare “legato” e fermo per così tanto tempo perciò ho preferito levare qualche ora di sonno a me e viaggiare in orari in cui lui solitamente dorme, così da doverlo “intrattenere” e tenere occupato da sveglio per il minor tempo possibile.
All’andata siamo partite alle 6.00 e al ritorno alle 14 subito dopo pranzo. in questo modo ha dormito 3 ore filate cullato direttamente dalla macchina.
CIBO E ACQUA: si sa che per strada si possono trovare intoppi perciò mentre un adulto sa aspettare, per un bimbo è fondamentale avere acqua fresca, succo e merenda (o pranzo nel termos in base all’orario e alle esigenze del piccolo).
GIOCHI NUOVI: in base ai gusti personali del bimbo che siano macchinine, libri o costruzioni, sicuramente sarà d’aiuto portare uno o più giochi che ancora non conosce. questo perché sarà maggiormente attratto dalla novità e passerà più tempo a studiarli e scoprirli in ogni dettaglio. Ogni minuto di interesse attivo guadagnato è prezioso per non dover ricorrere al piano B.
Alternate giochi più fisici ai libri da leggere insieme così da dargli diversi stimoli.
Se siete nel panico totale le canzoncine su youtube o il cartone preferito sono sempre a portata di mano!
TAPPA ALL’AUTOGRILL: può sembrare scontato ma anche se sembra che ancora la pazienza del bimbo regga non aspettiamo di portarlo all’esasperazione. massimo 2 ore sveglio e facciamogli sgranchire le gambe e giocare un po’ all’aperto.
Approfittiamo per il cambio pannolino, un caffé e il rifornimento di benzina.
Tirare troppo la corda potrebbe farlo innervosire quando alla prossima stazione di servizio mancano ancora 40 km!!
E alla fine… eccoci qui!!
La mia esperienza è stata super positiva. Sia questa che un paio di mesi fa con un viaggio in Puglia di 6 ore non ho avuto nessun problema perciò… armatevi di pazienza e coraggio perché viaggiare è la cosa più bella al mondo e vorrei trasmetterla a mio figlio fin da piccolo.
Davanti al nostro naso e fuori la nostra area di comfort c’è un mondo da scoprire!!

Acquisti utili

Se possono esservi utili, ecco qui alcuni accessori che potranno rendere più semplice e piacevole un viaggio in macchina con i bambini
1) Porta oggetti da sedile (Per acquistarlo: LINK)
Utile per mettere il tablet con un video, riporre giocattoli, biberon, fazzoletti e oggetti utili. Il tavolinetto può essere usato come ripiano d’appoggio per giocare o disegnare durante le soste.
2) Porta oggetti semplice (Per acquistare: LINK)
Se l’idea di guardare video in macchina non vi piace, ecco un porta oggetti più semplice ma molto più simpatico e adatto ai bambini. Utilissimo per avere tutto a portata di mano!
 
3) Tavolinetto da seggiolino (Per acquistare: LINK)
Questo tavolinetto si appoggia direttamente sulle gambe del bambino per permettergli di giocare durante il viaggio
4) Specchio retrovisore per tenere d’occhio il bambino (Per acquistare: LINK)
Se viaggiate da soli, questo specchietto può sicuramente tornarvi utile perché vi permette di tenere d’occhio il bambino seduto dietro guardandolo attraverso lo specchietto.
5) Cinturino reggi testa (Per acquistare: LINK)
Speriamo che questi consigli vi siano utili!
Share Button

1 comment on Viaggiare in macchina con un bimbo piccolo: 5 consigli e 5 acquisti utili

  1. mama julia
    1 ottobre 2018 at 16:32 (2 settimane ago)

    Adoro fare un viaggio con i miei figli, ma non avevo mai pensato molto a come l’avevo in macchina, o a quali cose considerare. Con questo articolo ho imparato molto… e sarò in grado di applicarlo col mio secondo bambino che sta già arrivando! grazie

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.