Barzellette semplici per bambini

BARZELLETTE SEMPLICI PER BAMBINI

E’ arrivato Settembre, ricomincia la scuola e anche l’importanza della socializzazione in un ambiente diverso dalle settimane di vacanze nei villaggi turistici, dove il bimbo è sottoposto a meno sfogo “fisico” e a più autocontrollo, a momenti di relax e divertimento come il pranzo e la ricreazione ma anche a “doveri, regole e rispetto degli spazi”.

Ma interagire e crearsi degli amici è fondamentale per lo sviluppo e la crescita di ogni individuo, anche se ogni bambino ha il proprio carattere e c’è chi è più o meno estroverso farà sicuramente “piacere” un antichissimo metodo per farsi tutti insieme due semplici e grandi risate: le barzellette!

Ecco qui qualche piccola pillola comicità da insegnare ai vostri bimbi e da far condividere con i loro amichetti:

1) Quando piange un pero? Quando è dis… perato!

2) Un bambino chiede al papà: “È vero che le carote fanno bene alla vista?” Il papà: “Certo! Hai mai visto un coniglio con gli occhiali?”

3) Un signore passeggia in città con un leone al guinzaglio. Un vigile lo vede e ordina: “Porti immediatamente quel leone allo zoo!”
– Signorsì, signor vigile.
Ma il giorno dopo il vigile vede di nuovo il signore a passeggio con il leone.
– Le avevo detto di portarlo allo zoo! – dice il vigile.
– Signorsì, signor vigile. Ieri l’ho portato allo zoo,  oggi lo porto al cinema!

4) Perché gli elefanti non vanno mai in bicicletta?
Perché non hanno il pollice per suonare il campanello!

5) Una bambina entra nella casa di un’indovina. La bambina bussa e l’indovina chiede “Chi è?”
E la bambina dice “Cominciamo bene”…

6) Il figlio: “Papà, papà, è vero che senza gli occhiali ci vedi il doppio?”.
“Beh, purtroppo sì, caro”.
“Allora toglieteli e guarda la pagella che mi hanno consegnato oggi!”

7) Una mortadella chiede ad un coltello :”Tu cosa provi nei miei confronti?”
Il coltello risponde :”Affetto”!!!

8) Un gatto corre velocissimo verso l’edicola, arriva e chiede:
– E’ uscito Topolino?

9) Perché non bisogna mai mettere un pesciolino rosso nell’acqua minerale?
Perché se no si gasa e crede di essere un pescecane!

10) Una formica e un millepiedi vengono invitati da uno scarabeo per il tè.

La formica giunge puntuale mentre il millepiedi arriva con un ritardo di un’ora.
– Cosa ti è successo?
– Fuori dalla porta c’è un cartello con scritto: “Per favore pulirsi i piedi…”

Ed ora qualcuna proprio a tema scuola:

1) La maestra chiede a un alunno: “Dimmi il nome di un rettile”. “Un Cobra”, risponde l’alunno. “Bravo, e ora dimmi il nome di un altro rettile”. E l’alunno: “Un altro cobra!”

2) Una bambina torna a casa dopo il primo giorno di scuola. La madre le chiede: “Cosa hai imparato oggi?” La bambina risponde: “Non abbastanza, vogliono che torni anche domani”

3) Pierino torna da scuola molto contento. La sua mamma gli domanda:
– Ti vedo felice! Ti piace la scuola, vero?
– Mamma, per piacere, non confondere l’andata con il ritorno!

4) La mamma a Pierino: “Se prendi un bel voto a scuola ti do dieci euro”. Il giorno dopo Pierino va dalla mamma: “Ho una bella notizia”. E la mamma: “Hai preso un bel voto?”, “No, hai risparmiato dieci euro”.

5) Pierino viene interrogato dalla maestra: “Pierino, ascoltami bene: io studio, tu studi, egli studia, noi studiamo, voi studiate, essi studiano. Che tempo è?” E Pierino risponde: “Tempo sprecato, signora maestra!”

Ricordiamoci ogni giorno quanto ridere e condividere faccia bene sia a noi e a chi ci sta intorno, insegniamo ai bambini l’arte di sdrammatizzare e di voler regalare agli altri una gioia e un sorriso, perchè spesso cura più una carezza che una medicina!!


 

 

Post di Sara Massimiani

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.