Come scegliere l’asilo giusto per il tuo bambino

Una delle decisioni più difficili per una mamma è proprio la scelta dell’asilo, che sia nido o scuola materna.

Sia per chi decide di mandarlo per necessità e il dover tornare a lavoro che per chi vuole farlo socializzare e divertire, il timore di scegliere la struttura e le educatrici migliori per il nostro bambino è un sentimento che accomuna tutte le mamme.

E’ il primo vero distacco, d’altronde dalla gravidanza fino a questa scelta siamo sempre state più che presenti, praticamente in simbiosi e stiamo andando verso una situazion che andrà oltre il nostro “controllo”, non saremo li per poter intervenire o semplicemente osservare ciò che succede in ogni istante ed è per questo che la scelta del nido deve far stare serene noi e soprattutto il bambino.

In un momento così emotivo ho voluto preparare una lista che permetta di esaminare lucidamente degli aspetti che vanno assolutamente considerati prima di procedere con l’iscrizione:

1) OPEN DAY:

Ormai quasi tutte le strutture sia private che comunali organizzano una gironata di “porte aperte” per visitare la struttura.

E’ importante vedere su internet le date e recarsi di persona per sentire che “aria si respira”.

D’altronde il sesto senso di ogni mamma ci farà percepire a pelle se l’ambiente è favorevole o meno per il nostro bambino.

2) POSIZIONE:

Da non sorrovalutare anche il fattore comodità. Chi andrà a prendere il bimbo la maggior parte delle volte?
Valutate bene se è più comodo vicino casa, a lavoro o dai nonni, così da non ritrovarsi a fare corse sfrenate da una parte all’altra della città per andarlo a prendere.

E’ importante anche per le amicizie che stringerà così magari potrà incontrarsi più facilmente con il compagno del cuore anche dopo l’orario d’uscita.

3) CONFRONTO CON ALTRI GENITORI:

Se avete modo e conoscenze confrontatevi con gli altri genitori che mandano i figli nella stessa struttura.
E’ vero che ogni bimbo ha il proprio carattere e personalità ma l’interesse comune dell’adulto è che stia bene quindi sentire dei pareri positivi vi tranquillizzerà.

Per chi non sa a chi chiedere consiglio di visitare le pagine fb degli asili, la maggior parte ormai ce l’hanno, e fare qualche domanda ai genitori iscritti se sono disposti a lasciare un feedback.

4) COME SI PRESENTA L’AMBIENTE:

Andando a visitare l’asilo facciamo caso anche alle caratteristiche più evidenti come la pulizia, l’ordine, la luminosità degli ambienti e gli spazi gioco.

5) MODALITA’ DI INSERIMENTO:

Ogni bambino ha bisogno di un determinato periodo di adattamento, meglio un inserimento più lento senza traumi che accellerare troppo i tempi.
Anche se all’inizio il bambino sembra sereno può mostrare problemi o crisi del distacco a distanza di mesi.
Bisogna confrontarsi approfonditamente con l’insegnante che, se valido, vi renderà preparati anticipandovi anche dei comportamenti che potrebbe avere il bimbo durane le diverse fasi dell’inserimento.

6) ATTENZIONE AL BAMBINO:

Per legge, per quanto riguarda il nido, ogni educatrice può avere massimo 8 bambini.
Assicuriamoci che sia così!
Anche per quanto riguarda la scuola materna ricordiamoci che: meno è meglio!

Perché è ovvio è che meno bambini un educatore ha da seguire, più attenzioni, affetto e cura può dedicare nei confronti di ogni singolo individuo.

7) MENSA:

Orari e routine di spuntino-pranzo-merenda per chi fa la lunga, chiedete chi prepara da mangiare e un menù settimanale tipo per accertarvi che varino tutti gli alimenti fondamentali.

Chiedere anche come gestiscono eventuali allergie e/o intolleranze.

 

8) COME SI SVOLGE LA GIORNATA:

Informiamoci sul progetto educativo che seguono e di conseguenza valutiamo l’attenzione ai diversi stimoli che offrono attraverso laboratori, giochi e comunicazione.
Se fanno o no il sonnellino.

Facciamoci raccontare la “giornata tipo” e chiediamo se ci sono eventuali attività extrascolastiche.
E’ meglio non caricare il bambino con troppi impegni ma un corso di musica, danza o nuoto potrebbe essere stimolante.

Per il resto ascoltiamo e parliamo tanto con i nostri bambini.
Sono loro che ci danno il vero feedback attraverso il linguaggio del corpo e della serenità che provano o meno tornando da scuola.

Se percepite un malessere cambiate senza esitare struttura.

Niente è più importante di un ambiente sereno, la scuola è il primo reale rapporto con il mondo esterno per i bambini e devono trarne tutti i benefici che può regalare il confronto imparando la condivisione e il rispetto reciproco.

Raccontate le vostre esperienze commentando il post così da poter essere d’aiuto a tutte le mamme che cercano ancora la struttura più adatta per il proprio bambino!


Salva il post su Pinterest!

 

Post di Sara Massimiani

 

Share Button

1 comment on Come scegliere l’asilo giusto per il tuo bambino

  1. Babi
    14 settembre 2018 at 21:49 (1 settimana ago)

    Ciao, la scelta dell’asilo (nido nel mio caso) è fondamentale, perchè in questi primissimi anni si forma il carattere del bambino e spesso i comportamenti che mostrano durante questi anni poi si riversano nell’età adolescenziale. Quindi un ambiente sereno, di gioco e di sperimentazione dovrebbe essere il “criterio” adottato dalle mamme per la scelta dell’asilo.
    Passa a trovarmi se ti va, ogni suggerimento è ben accetto!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.