BabyBazar: vendere gli oggetti dei bimbi, senza averli in giro per casa nell’attesa.

Qualche giorno fa ho condiviso con voi il mio schema infallibile per scremare i giocattoli senza ripensamenti, insomma come decidere quali tenere, quali dar via e cosa farne di ciò che non vogliamo tenere.

Alla fine ci si ritrova con una cameretta molto più libera e ordinata ma il decluttering sortisce due effetti, uno positivo e uno negativo: quello positivo è evidente, la riscoperta di spazi nuovi e ampi dove prima c’erano accumuli di ciarpame e polvere; quello negativo è che ci ritroviamo comunque con un mucchietto di “robba” che è un peccato buttare.

Vi avevo accennato che quello che decido di vendere, lo porto da Baby Bazar, una catena di negozi di seconda mano per bambini in cui si può ovviamente comprare, ma anche portare i propri oggetti da vendere.

Perchè uso Baby Bazar e non vendo gli oggetti io direttamente?

La domanda sorge spontanea, ma vi rispondo subito.

1) Non sono portata per la vendita.
Eh già, sono bravissima a comprare, ma quando si tratta di vendere sono proprio negata. Non so che prezzo dare agli oggetti, ma soprattutto non ho la costanza e la voglia di starci dietro, di trattare con le persone interessate e di perdere tempo con i famosi “perditempo” che arrivano puntuali a farti mille domande, per poi sparire nel nulla.
Ah e di organizzare mercatini fisici non se ne parla proprio.

2) Sul web c’è troppa roba
Le poche volte che ho provato a mettere in vendita online vestiti o giochi dei miei bimbi, non ho mai venduto niente. Probabilmente perché sul web c’è talmente tanta offerta che le nostre cose hanno una grande probabilità di passare inosservate.
In un negozio fisico, come Baby Bazar, in cui la gente entra appositamente perchè ha bisogno di qualcosa, con una selezione di oggetti limitata, le probabilità che qualcuno compri si alzano nettamente.

3) Mentre aspetto che qualcuno compri, devo tenermi la roba in casa.
E arriviamo a questo, che poi è il motivo principale.
Quando faccio decluttering, lo faccio per guadagnare spazio! Ma se poi mi tengo gli scatoloni con la roba che non mi serve o cose ingombranti come lettino, passeggino, box ecc… in giro per casa, non ho risolto niente!
Ecco perchè il 99% delle cose dei miei figli ho finito per regalarle senza nemmeno provare a venderle: non volevo più averle in casa!

Con Baby Bazar ottengo lo stesso risultato, però aggiungendo la possibilità di guadagnarci qualcosa.

La scorsa settimana sono andata al punto vendita di Legnaro portando i giochi con cui i miei bambini ormai non giocano più, ma che sono ancora in condizioni perfette e pronti per passare ad un nuovo piccolo proprietario.
Piccola nota: il ritiro dell’usato viene fatto dal martedì al venerdì, quindi se avete qualcosa da vendere, recatevi in negozio in quei giorni!


.
Nel negozio troviamo un ottimo assortimento di merce: si spazia dal vestiario (suddiviso per età e qualità degli indumenti) ai giochi e poi dalle utlity (fasciatoi, culle e carrozzine) al reparto sicurezza-auto con i seggiolini di marchi famosi praticamente nuovi.

La merce viene accettata solo se in perfetto stato, i vestiti lavati e stirati, perciò guardandosi intorno non si ha l’impressione di essere in un negozio dell’usato.
Sembra invece di essere in un normale negozio, dove però la merce è sempre in saldo!

Un’altra cosa che io trovo fantastica, è la possibilità di trovare una varietà che nessun altro negozio può offrire.
Vestiti e accessori di tutte le marche e quindi di tutti gli stili e per tutti i gusti. Si spazia da Ralph Lauren a Ovs e tutto ad un prezzo almeno dimezzato.

All’ingresso inoltre troviamo una lavagna su cui sono riportate informazioni e richieste urgenti.

Come funziona BabyBazar

Il funzionamento è molto semplice, riporto qui le informazioni che potete trovare anche sul sito http://www.babybazar.it

1) Fai una prima selezione a casa degli oggetti che vuoi vendere. A Baby Bazar tutti gli oggetti in vendita sono in perfetto stato, della stagione giusta, lavati e stirati. Prima di portarli in negozio assicurati che abbiano queste caratteristiche: risparmierai tempo.

2) Recati in negozio con gli oggetti che vuoi vendere e con un documento di identità valido (oppure telefona per un appuntamento). Dopo le spiegazioni di rito, Baby Bazar ti consegnerà una card personale e gratuita da utilizzare in tutti i punti vendita del network. Questa card ti permetterà di registrarti su My Baby Bazar e di controllare in tempo reale i tuoi oggetti in giacenza, le tue vendite, i rimborsi e molto altro; il tutto direttamente da internet, senza necessità di andare in negozio. Quando gli oggetti verranno presi in carico dovrai firmare un mandato che autorizza il gestore a vendere i tuoi oggetti.

3) Gli oggetti vengono controllati e ne viene stabilito, assieme il prezzo di vendita. Considera che il prezzo di vendita proposto è di circa il 50% rispetto al valore commerciale dell’articolo nuovo. Scostamenti in più o in meno rispetto a tale percentuale dipendono dallo stato di conservazione e dalla vendibilità dell’articolo. Ricordati che meglio presenti i tuoi articoli, più alto sarà il loro valore! Gli articoli vengono quindi etichettati ed esposti nel punto vendita. L’esposizione è gratuita e dura per 60 giorni al prezzo concordato.

4) Rimani informato. A questo punto il nostro consiglio è di controllare periodicamente la situazione dei tuoi oggetti dalla tua area personale My Baby Bazar. I rimborsi vengono eseguiti in contanti, dopo 15 giorni dalla vendita, passando in negozio. Il rimborso viene eseguito per il valore di vendita dell’oggetto detratto del 50% di provvigione per Baby Bazar.

 5) A Baby Bazar potete anche cambiare idea. Se decidi di ritirare gli articoli in vendita, se non sono già stati venduti o per i quali non sia già stata versata una caparra, lo puoi fare gratuitamente e quando vuoi, entro il termine di scadenza, indicato sul mandato di vendita. E’ sufficiente recarsi in negozio e riprenderli!

 6) Occhio agli sconti. Il prezzo di vendita concordato viene mantenuto per i primi 60 giorni di esposizione. Alla scadenza l’articolo va in saldo e viene proposto con uno sconto fino al 50%, a parte l’abbigliamento, che non va in sconto e dopo 60 giorni viene devoluto in beneficenza.

7) Un’occasione per donare. Eventuali articoli invenduti vengono donati ad associazioni ONLUS.
otto Se vuoi comprare a Baby Bazar, l’operazione è ancora più semplice. Tutti gli articoli esposti sono etichettati e prezzati, ma attenzione alla data indicata sull’etichetta! Se l’oggetto è in saldo Baby Bazar ti riserverà un fantastico sconto!

Daniel e Alyssa durante la nostra visita si sono divertiti a curiosare tra giocattoli, libri e dvd..

E’ il posto perfetto per fare un regalino ad un bambino, perchè si trovano giochi e libri di tutti i tipi a prezzi sempre accessibili, soprattutto quelli che sono in vendita da più tempo e che quindi possiamo trovare ad un prezzo due volte dimezzato.

C’era anche una casa di Barbie a meno di 20€! Se solo avessi avuto lo spazio, l’avrei presa immediatamente.

Qui i nostri oggetti trovano la giusta collocazione per diventare utili a qualcun altro.
Guardate sul sito http://www.babybazar.it dove si trova lo store più vicino a voi e fate una prova!

*In collaborazione con Babybazar*

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.