Come rendere smartphone e tablet davvero sicuri per i bambini

Internet sicuro per i bambini. Come?

Su questo blog ho parlato spesso di sicurezza in rete per i bambini, perché per me la tecnologia non è una cosa da demonizzare, ma solo da usare nel modo giusto.

Mi piace che i miei bambini imparino fin da piccoli ad utilizzare gli strumenti tecnologici che abbiamo a disposizione, anche perchè questo non è nulla rispetto a ciò che useranno da grandi e preferisco che imparino ad approcciarsi ad internet adesso, con gradualità e partendo da qualcosa che io stessa conosco, piuttosto che tenerceli lontani fino a quando saranno grandi, sì, ma completamente impreparati.

Internet è pieno di posti fantastici: enciclopedie e siti web sui cui trovare approfondimenti e informazioni, giochi online stimolanti, app educative, video divertenti e utili, musica e molto altro.
Maper ogni cosa buona che i nostri figli possono trovare in rete, ne corrisponde un’altra con cui non vogliamo avere niente a che fare.

Per proteggere i nostri figli dai pericoli della rete sono due le cose che possiamo fare

1) Informarci ed educare

Perché più cose si sanno e meglio si sanno, e meno probabilità ci saranno di cadere nelle trappole.
Perciò la prima cosa da fare è far comprendere, nei limiti che l’età del bambino permettono, i motivi per cui bisogna stare attenti a certe cose, in modo che possano autotutelarsi e che siano loro stessi a volerlo fare.

  • Insegniamo a distinguere le email reali dal phishing, un download sicuro da un virus, le notizie vere dalle bufale, a limitare lo spam e a non diffondere catene.
  • Parliamo loro del cyberbullismo: come difendersi e come non cadere nell’errore di causarlo.
  • Insegniamo a non diffondere password e informazioni personali, ad usare browser sicuri che non registrano le ricerche.
  • Controlliamo periodicamente il dispositivo, le app installate, la cronologia.
  • Impostiamo delle regole

2) Rendere sicuro il dispositivo con apposite protezioni e filtri

Una corretta informazione e delle buone regole fanno sicuramente la differenza, ma non bastano a garantire la sicurezza.
Penso alle app virus o spia, mascherate da giochi.
Penso ai siti web pieni di pop-up e banner inappropriati.
Penso a quei virus che ci ritroviamo installati senza avere la minima idea di come li abbiamo presi.
Penso alla facilità di toccare per sbaglio qualcosa sul touchscreen (una volta mia figlia di 2 anni mi ha fatto un ordine su Amazon, semplicemente toccando a caso)
Penso inoltre alla probabilità di perderlo o che ci venga rubato… con tutti i nostri dati dentro!

Oltretutto è facile impostare a parole delle regole come il tempo massimo dei siti web consentiti, ma poi siamo proprio sicuri che verranno rispettate? In particolare su smartphone e tablet, molto più difficili da tenere costantemente monitorati.

In commercio esistono vari smartphone e tablet appositamente studiati per i bambini, ma dopo averli provati, io resto dell’idea che piuttosto che spendere il doppio per comprare un tablet o uno smartphone “per bambini”, che poi risulterà anche molto più lento e macchinoso del normale, sia meglio prendere un prodotto economico per adulti, installando a parte un programma di protezione.

Che programma di protezione usare?

Abbiamo capito quindi che per stare tranquilli, un software di protezione da installare su mobile è necessario e il mio consiglio è di affidarsi ad un prodotto professionale e completo, che ci assicuri la protezione dai pericoli, ma che ci dia anche la possibilità di impostare delle regole personalizzate, ma quale?

Io sullo smartphone sto utilizzando G DATA Internet Security, una app disponibile per Android che per un prezzo davvero alla portata di tutti (15,95€ l’anno) offre una protezione a 360°

G DATA Internet Security – Cosa fa? Cosa ci permette di fare?

Si scarica da PlayStore cliccando su questo link, una volta installato sarà necessario abilitare tutti i permessi che ci chiederà, e completata la registrazione.
In 5 minuti avrete fatto tutto, a questo punto non resta che avviarlo.

Ecco quali sono le funzioni più utili che ho trovato in questo programma per quanto riguarda la sicurezza dei bambini:

  • Protezione web (black list/white list) per configurare i siti bloccati e quelli autorizzati
  • Blocco delle app
  • Protezione per furto o smarrimento (in tali casi puoi localizzare, bloccare o cancellare i contenuti del tuo smartphone o tablet comodamente da remoto)
  • Panic Button: un tasto rapido per comunicare in modo rapido con i contatti prescelti, ad esempio inviando la propria posizione
  • Browser per ricerca sicura
  • Timer, che ti permette di stabilire quali app potrà usare tuo figlio. Inoltre, puoi impostare la durata di utilizzo. Una volta scaduta, il dispositivo si spegne automaticamente

La funzione scan antivirus inoltre è fondamentale per analizzare il sistema e le app installate nel dispositivo per smascherare app “spione” e virus.

Questa è una cosa particolarmente importante, infatti come avevo accennato all’inizio dell’articolo, dietro app apparentemente innocue, che sembrano dei semplici giochini per bambini, si possono nascondere programmi studiati per rubare contenuti, accedere alla gallery di foto, ai contatti, alle email, al microfono… e se già noi adulti non facciamo mai molta attenzione, figuriamoci un bambino.

G Data security per Android può essere scaricato a questo link e permette di provarlo gratuitamente per 30 giorni.
Fino al 4 Aprile, potrete acquistarlo con una promozione al 50%.

*In collaborazione con G DATA*

 

 

 

 

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.