Paddington 2 – torna l’orsetto più amato di Londra

Non è affatto scontato che un film riesca ad essere ugualmente appassionante sia per i bambini che per gli adulti. I film per bambini infatti rischiano spesso di risultare prevedibili e noiosi agli occhi degli adulti e per questo Paddington era stato una bellissima sorpresa.
E’ un film leggero ma con una storia coinvolgente, ricco di momenti divertenti ma di un umorismo intelligente, originale!

Ci ho riflettuto un po’ e pensavo che non è mica facile prendere un orso parlante e inserirlo nel contesto della città di Londra in mezzo a degli esseri umani, e fare in modo che il tutto alla fine risulti anche credibile.
Ma Paddington ci riesce e fa in modo che tu nemmeno ti ponga la domanda su come sia possibile che nessuno faccia più di tanto caso al fatto che sia un orso che parla, e che venga trattato semplicemente come un qualsiasi “diverso”.
Perché si viene completamente rapiti dalle vicende, dalle scene divertenti, dalle atmosfere londinesi rese “surreali ma non troppo“, da questa famiglia fuori dagli schemi e dalla personalità di quest’orsetto che ci sembrerà vero più che mai.

Ho davvero amato moltissimo questo film, per questo quando ho saputo che il 9 Novembre sarebbe uscito il Paddington 2 non vedevo l’ora di vederlo, ma cercavo anche di tenere a freno le mie aspettative… perchè diciamoci la verità, 9 volte su 10 i “2” non sono all’altezza del primo film, da cui prendono le parti che erano piaciute di più al pubblico e le esagerano rendendole ridicole, puntano sulle autocitazioni e risultano un’accozzaglia di idee banali tanto che alla fine il 2 sembra quasi essere una parodia del primo film.

Beh, questo con Paddington 2 non succede. E ne abbiamo la conferma fin dai primi fotogrammi della pellicola.
Veniamo immediatamente catturati e trascinati lungo una storia che non lascia il tempo nemmeno a 10 secondi di noia.
E’ un continuo susseguirsi di azione, incredibili risate, momenti da “fiato sospeso” e puro piacere per gli occhi dato dalla fotografia, dalle ambientazioni e le luci curate nei minimi dettagli per essere perfettamente “in stile Paddington”.

La storia e i personaggi sono perfettamente in linea con il primo capitolo e sembra semplicemente di assistere al secondo tempo dello stesso film. U

Le vicende partono da dove le avevamo lasciate: ormai Paddington si è perfettamente integrato nel quartiere e (quasi) tutti lo amano. L’avvicinarsi del compleanno di zia Lucy però mette in evidenza un problema: Paddington vorrebbe farle un regalo, ma non ha soldi. Ha inoltre puntato un libro popup di Londra da collezione e per comprarlo ha bisogno di racimolare parecchi soldi, per questo decide che è il momento di rimboccarsi le maniche e trovarsi un lavoro.


Quello che l’orsetto non sa, è che quello non è un semplice libro… ma nasconde degli indizi per trovare un tesoro, e che lui non è l’unico a volerci mettere le zampe sopra.
Arrivato ad un passo dal raggiungere la somma, infatti, il libro viene rubato e da lì iniziano i guai per Paddington, perchè ad essere incolpato per il furto… sarà proprio lui!

A questo punto ci ritroveremo a seguire le avventure della famiglia, fuori, che cerca di scagionarlo… e quelle di Paddington, dietro le sbarre, che cerca di ambientarsi alla vita in prigione, a modo suo ovviamente!

Anche se la maggior parte della visione la si passa a ridere, non mancano anche un paio di momenti commoventi.
Ad un certo punto mi sono girata verso Alyssa e l’ho trovata con la lacrimuccia traballante sull’occhio… 🙂

E se nel primo capitolo abbiamo trovato una malvagia Nicole Kidman, in questo sequel vedremo nelle vesti del cattivo un eccezionale Hugh Grant, che nonostante metta di brutto i bastoni tra le ruote a Paddington, con i suoi modi assurdi e caricaturali non riesce a farsi odiare fino in fondo 🙂

Beh ragazzi, non voglio dirvi altro perchè ogni cosa in più vi rovinerebbe la sorpresa. Ma fidatevi: non vi deluderà!
Oltretutto è perfettamente apprezzabile anche da chi non ha visto il primo capitolo, perchè si tratta di una storia a se stante… ma è chiaro che se avete visto il primo lo apprezzerete ancora di più.

Ps: non perdetevi i titoli di coda!

*In collaborazione con Eagle Pictures*

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *