Bambine che crescono in fretta: ho una ragazzina di 4 anni

E anche Alyssa, la piccolina di casa, sta crescendo. E anche in fretta.

Non so se è solo una mia impressione ma con lei mi sembra di aver giocato così poco a “bubùsettete” o con le formine.
Nonostante Alyssa abbia 2 anni e mezzo in meno di Daniel, mi rendo conto di aver smesso presto di fare differenze nel modo di pormi con l’uno o con l’altra. Le ho sempre parlato come se fosse grande almeno quanto lui, aspettandomi che mi capisse (e infatti lo faceva! E ha iniziato presto a rispondermi e io non le facevo passare un congiuntivo fuori posto :P)
I giochi che facevo con lui, li facevo anche con lei e ciò che mi aspettavo fosse in grado di fare e capire da solo lui, me lo aspettavo anche da lei.
Magari un paio di mesi dopo di lui, ma di certo non 2 anni e mezzo dopo.
Sarà perché è femmina, o solo perché è la seconda?

Da una parte: cosa bellissima! Perché abbiamo potuto condividere subito un sacco di cose e quando aveva 2 anni già ci facevamo le nostre belle chiacchierate, per non parlare poi della libertà di prendermi i miei spazi, sapendo che per molte cose già se la cavava da sola (si lava da sola, si veste da sola, apparecchia, sparecchia, si allaccia le scarpe, si rifà il letto e mette in ordine la sua stanza)

Ma dall’altro… ragazzi a me piaceva l’idea di avere ancora un “bimbo piccolo” e invece devo rassegnarmi sempre di più all’idea di essere una “mamma con figli grandi”.
Peché è vero che di anni ne ha solo 4… ma a me non sembra di avere a che fare con una 4enne. Questa è una ragazzina bella e buona!

E non perché non voglia più le coccole o la mia presenza, anzi… su quello non posso proprio lamentarmi.
E’ che ha proprio, in generale, degli atteggiamenti molto più maturi per la sua età e se è così a 4 anni mi chiedo come sarà a 6…a 8!

Io, che continuavo a volerla vedere come la mia piccolina, rimandavo sempre più il passaggio dal lettino al letto da grandi.
Avevo anche pensato di prendere una via di mezzo sempre molto infantile (come scrivevo in questo post) ma alla fine mi sono decisa e ho fatto il grande passo, prendendole un letto singolo regolare. Nella stanzetta ci sta a pelo e per poter avere lo spazio per passare ho dovuto togliere la scrivania di cartone e riporre i passeggini delle bambole.

Pensavo che ad Alyssa sarebbe dispiaciuto non avere più il banchetto e quei giochi a portata di mano, invece appena ha visto il tetto non ha notato nient’altro.

Poi è andata al bagno a lavarsi, si è cambiata completamente (perché sa che a letto ci si va da puliti!) e ci si è fiondata sopra!

Io l’ho lasciata un po’ da sola a godersi la novità e quando sono tornata l’ho trovata così… aveva preso da sola uno smaltino (quelli appositi per bimbe) dal suo mobiletto e se lo stava mettendo! Come a voler sottolineare a se stessa il concetto: “ora sono grande e indipendente”

Sono tornata dopo un altro po’ ed era ancora sul suo letto nuovo, stavolta si era presa dei libri da “leggere”…

Insomma, l’ultima traccia della nursery è scomparsa e la mia bimba sta diventando una bimba grande.
Ma non mi preoccuperò, finchè sul letto ci saranno le lenzuola di Frozen e finché questo cartello sulla porta…

…non diventerà così!

Per poi sparire totalmente perché “Trolls è da bambini!”

Ma no, non mi preoccuperò nemmeno allora 🙂


Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *