La serie di Wonder diventa un film! Nel cast: Julia Roberts e Owen Wilson.

Sono passati due anni da quando ho parlato per la prima volta su questo blog di “Wonder” il libro poi diventato una piccola saga con una serie di libri che non rappresentavano un vero e proprio seguito, ma dei diversi punti di vista della stessa storia, come ad esempio “il libro di Christopher“.

In breve, la storia vede come protagonista un bambino (August detto Auggie) affetto da una sindrome che comporta una gravissima deformazione facciale che, dopo un’infanzia passata quasi solo tra le mura domestiche, si trova ad affrontare di punto in bianco il mondo della storia media.
Auggie incontrerà tante persone lungo il suo cammino, dai bulli ai veri amici, e ognuno di loro avrà qualcosa da raccontare insegnandoci che la realtà è spesso diversa dall’apparenza e che prima di giudicare dovremmo conoscere tutta la storia.

Beh ragazze, questa serie a me è piaciuta tantissimo ma a quanto pare non sono a me… è stata un successo planetario! Tanto che ne hanno tratto un film, che uscirà a Novembre negli Usa e a inizio 2018 in Italia e avrà un cast di tutto rispetto!
Julia Roberts e Owen Wilson impersoneranno i genitori di Auggie e già questo ci fa capire che non sarà un film a basso budget. Il piccolo August invece sarà interpretato da Jacob Tremblay.
L’autrice R.J. Palacio ha lavorato insieme agli sceneggiatori per fare in modo che il film sia coerente alla serie di libri, anche se qualche cambiamento dobbiamo sempre aspettarcelo passando da un formato all’altro.

Una delle prime grosse differenze che ho potuto notare guardando le prime immagini disponibili su IMDB è l’aspetto fisico di Auggie… Per la versione su grande schermo, le sue deformazioni sono state drasticamente alleggerite rispetto a come vengono descritte nel libro, forse per non turbare troppo gli spettatori più giovani… anche se questo ad essere sincera mi sembra un po’ in contrasto con il messaggio portato avanti con forza dalla serie letteraria.

In ogni caso, sono davvero molto curiosa di vedere questa trasposizione appena uscirà!
Nel frattempo, consiglio a chiunque non l’abbia ancora fatto, di procurarsi questa lettura.. di leggerla e di farla leggere ai propri figli (dai 9/10 anni è l’età giusta).

Ps: Ieri sera tra l’altro ho potuto incontrare dal vivo l’autrice e sono anche riuscita a strapparle un autografo 😀

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *