Odio il mare

Uè ragazzi siamo in estate!! Tempo di post sul sole, sulle vacanze ma soprattutto sul mare e su quant’è bello andare al mare e su quante cose si possono fare al mare!! Anch’io voglio fare un post sul mare, e insomma eccolo qui:

Io odio il mare.

Non è che lo odio nel senso che vorrei che non esistesse… semplicemente odio andarci. Del tipo che metto i piedi in mezzo alla sabbia e faccio “brrr” e l’altro giorno che siamo andati ad una festa in spiaggia in cui i bambini si sono divertiti moltissimo (perché loro adorano il mare), io iniziavo ad avere il senso di nausea già durante il tragitto.

Sarà perchè da piccola ero obbligata a restarci per 2 mesi l’anno, sarà perché una volta se il bagnino non mi ripescava sarei affogata,sarà perché sono semplicemente anormale… fatto sta che è così.

mare no grazie

Anzi, in realtà penso ci siano dei motivi ben precisi per cui non mi piace il mare. Ovviamente sono motivi che valgono soltanto per me, per il modo assurdo in cui sono fatta io, ma davvero non riesco a capire cosa si possa trovare di rilassante nello:

– svegliarsi presto tutte le mattine (perché non puoi mica beccarti le ore più calde, no?)
– preparare la borsa per il mare controllando di aver preso tutto e la versione di riserva del tutto (praticamente l’equivalente estivo del preparare la cartella)
– passare il tempo ferma sdraiata sul lettino o, come nel mio caso, nascosta sotto l’ombrellone visto che non mi piace la pelle abbronzata e faccio di tutto per evitare di scurirmi
– ecco appunto, cosa c’è di bello nell’abbronzarsi? Invecchia precocemente la pelle ed è pure pericoloso.
– intrattenersi facendo il bagno in acqua salata in cui la gente fa pipì, che brucia agli occhi e fa schifo in bocca tentando di evitare le pallonate in testa di quelli che giocano di fianco.
– ritrovarsi il corpo e i capelli pieni di sabbia
– a proposito dei capelli, vogliamo parlare di come si riducono?
– la pelle secca, spesso screpolata
– ricaricarsi tutto a spalla, tornare a casa e farsi la doccia ma non prima di aver disseminato sabbia per tutto l’appartamento.
– tutto ciò moltiplicato per 2 volte al giorno, perché a pranzo si torna a casa, ci si riposa e poi il pomeriggio si ricomincia.

Che palle!

Al mare prima e dopo i figli

Vignetta realizzata per ilclubdellemammefelici.it

In aggiunta a tutto questo adesso mettiamoci pure i bambini, che nemmeno mi consentirebbero di fare l’unica cosa che amavo fare in spiaggia ovvero: isolarmi da tutti e mettermi a leggere (o a scrivere). Ovviamente nascosta sotto un ombrellone con la protezione 60, anzi, meglio ancora…con la maglietta.
Eh no, perché ora devi corrergli dietro, farti venire l’ansia di perderli di vista (io a 6 anni al mare sono andata a farmi “una tranquilla passeggiata di 2 ore” senza dire niente a nessuno) giocare, farti il bagno, cambiarli, asciugarli.
Ma questo non sarebbe nemmeno tanto male fatto UNA volta. Ma per più giorni e per più volte al giorno io divento matta.

relax al mare1

Vignetta realizzata per buyitalianstyle.com

Insomma, uno lo fa pure eh… ma per me è stressante, non divertente e sicuramente non rilassante.
Ma allora che vacanze sono?

Sono riuscita ad evitare il mare per ben 8 anni… ma poi con l’arrivo dei figli, le esigenze personali passano in secondo piano, perciò ormai sono 6 anni che al mare ci vado.
Beh, per modo di dire. Diciamo che accompagno la mia famiglia… ma ho messo subito in chiaro una cosa col marito (altro adoratore del mare): “il lavoro sporco lo fai tu”.
Io preparo i bambini, li incremo, li lavo, li aspetto a casa con pranzo e cena pronti, li metto a nanna ed usciamo la sera tutti insieme a prendere il gelato…ma i miei piedi restano il più possibile lontani dalla sabbia.

Così è. Divisione dei compiti. E così ognuno alla fine ha la propria vacanza ideale, chi in spiaggia e chi a casa a leggere e scrivere (certo, l’ideale sarebbe avere pure la playstation, ma per l’anno prossimo magari mi organizzo) e siamo tutti felici ;D

La mia vacanza al mare ideale? Quella che ho passato l’anno scorso all’isola d’Elba… dove il mare lo abbiamo visto solo 2 volte e per il resto abbiamo fatto mille altre cose varie e divertenti… 🙂

Share Button

7 comments on Odio il mare

  1. Valentina
    6 luglio 2016 at 15:47 (1 anno ago)

    Questo post dovrei farlo leggere al mio compagno… o forse no, dopo potrebbe pensare che sei la sua ragazza ideale 😀

    Rispondi
    • Silvia Lonardo
      6 luglio 2016 at 17:05 (1 anno ago)

      Tranquilla, lui non sarebbe il mio ragazzo ideale: se entrambi i genitori odiano il mare poi i bambini chi ce li porta? 😛
      Almeno così delego a lui 😀

      Rispondi
  2. Fra
    8 luglio 2016 at 23:35 (1 anno ago)

    Ah ah che ridere! Sei troppo forte!
    Una blogger atipica in un universo di mamme blogger che se la tirano.
    Leggerti mi rilassa e mi aiuta a non sentirmi imperfetta.
    Continua così!

    Rispondi
    • Silvia Lonardo
      9 luglio 2016 at 13:54 (1 anno ago)

      Grazie 😀 penso proprio che continuerò così anche perché non saprei fare diversamente 😛

      Rispondi
  3. enza
    14 agosto 2017 at 9:30 (1 mese ago)

    finalmente qualcuno che ammette quanto sia noioso stare sulla spiaggia tutti i santi giorni e per due volte al giorno. La mia vacanza ideale sarebbe poter girare il mondo e confrontarmi con culture diverse. Mi attirano molto i Paesi nordici e invece, da quando è nata mia figlia, mi tocca sorbirmi la piatta e anonima riviera adriatica, che piace alla bambina e a suo padre. Sono contenta di far felice mia figlia, ma alla fine a me sembra sempre di non aver fatto nessuna vacanza!

    Rispondi
  4. NonPuòEssereVero
    20 agosto 2017 at 1:04 (1 mese ago)

    Io odio l’estate e amo il mare, quindi forse ho un problema serio 😁

    Rispondi

1Pingbacks & Trackbacks on Odio il mare

  1. […] sapete, io non sono un’amante del mare, lo so che è strano ma che ci volete fare? In ogni caso, non so perché non avessi mai pensato al […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *