Come organizzare un picnic perfetto

Una delle cose che preferisco, in assoluto, del periodo primavera/estate sono i picnic.
Adoro organizzarli e adoro farli! E poi così ho finalmente un motivo per utilizzare la marea di porta-pranzo che ho comprato 😀
Non so perché, ma le cose, se le metti dentro dei contenitori e vai a mangiarle in un prato… diventano molto più buone!

picnic-20

Ma come si organizza un picnic perfetto con i bambini?

Organizzare un picnic non è difficile… e non serve andare lontano. Certo, si può andare in meravigliosi posti suggestivi, ma in mancanza di quelli basta il parco dietro l’angolo o anche il giardino di casa.
Cercate un angolo con un po’ d’ombra e della bella erba verde, scegliete insieme ai bambini cosa vi piacerebbe mangiare, preparatelo e impacchettatelo 🙂

Ma ora vediamo cosa proprio non può mancare, oltre ad una giornata di sole:

1) Il cestino da picnic

In realtà basta un contenitore capiente in cui riporre il tutto… ma il cestino in vimini ha il suo intramontabile fascino!
Sceglietene uno della giusta misura in base al numero di persone. Il nostro ad esempio è un cestino perfetto per 4 persone  e oggi l’ho sfruttato per organizzare una merenda diversa dal solito!

picnic

2) Il cibo giusto

Per quanto mi riguarda, una delle parti più divertenti del picnic è la preparazione dei pasti. Mi piace trovare idee per cibi perfetti da mangiare fuori e ho anche comprato un libro a tema “pranzi all’aperto” da cui trarre spunto, anche se po alla fine preferisco improvvisare  🙂
Di sicuro i panini sono la cosa più gettonata, ma anche pasta fredda, insalata di riso e dolcifacili da trasportare come crostate e muffin!
E non dimenticate la tovaglia 🙂

picnic-10

Se cercate una ricetta per Muffin collaudata.. ecco la mia:

ingredienti
125 gr di farina
100 gr di zucchero
1/2 bustina di lievito vanillato
80 ml di latte
1 uovo
40 gr di burro
60 gr di gocce di cioccolato

Procedimento
Mescolare in una terrina farina, lievito vanillato e gocce di cioccolato
A parte far fondere il burro, unirlo a uovo e zucchero. Mescolare il tutto e unirlo al composto secco.
Riempire per 2/3 gli stampini e infornarli a 180° per 15/20 minuti.

picnic-15

picnic-22

picnic-18

3) Protezione contro gli insetti

Gli insetti e le zanzare in particolare, possono trasformare il picnic perfetto in un incubo da cui scappare…quindi meglio partire previdenti! Soprattutto per quanto riguarda i bambini, che come si sa, sono le prede ideali delle zanzare… Per le loro pelli delicate però, sempre meglio optare per prodotti naturali e sicuri.
Noi ci siamo armati di Vape derm che è al 100% vegetale e tutto è filato liscio 🙂 In ogni caso, visto che ogni pelle è diversa, in caso di ipersensibilità provatelo prima su una piccola zona e leggete le istruzioni riportate sull’etichetta.

picnic-12

picnic-13

Oltre allo spray, esistono anche delle salviette, imbevute di prodotto. Basta passarne una sulla pelle per ottenere la protezione. E’ la prima volta che provo una cosa del genere e devo dire che le ho trovate molto pratiche!

picnic-23

picnic-25

4) Giochi per passare il tempo

Già il picnic in sè è un divertimento, ma una volta finito di mangiare o tra uno spuntino e l’altro si può passare il tempo in molti modi diversi.
Basta un frisbee, una corda per saltare, un pallone… ma se volete fare qualcosa di più originale, provate a creare delle schede come questa, con una lista di cose da cercare nei dintorni per improvvisare una caccia al tesoro!
Questa qui è a tema insetti…ma potete farla anche più varia inserendo tutta una serie di cose che si possono trovare nei pressi di dove fate il picnic.

caccia insetti f2

E ora… Buon Picnic!! 🙂

picnic-2

– Post sponsorizzato-

Share Button

2 comments on Come organizzare un picnic perfetto

  1. Aldo
    27 agosto 2016 at 9:29 (6 mesi ago)

    Complimenti per il tuo blog davvero ben fatto ed in particolare per le vignette che, oltre ad essere ben curate, sono davvero divertenti :D.
    Ti ho trovato in rete per caso: cercando informazioni su Rovigo, cittá in cui dovró trasferirmi per lavoro, mi sono imbattuto nel tuo articolo sulla cittá vista con gli occhi del tuo piccolo Daniel.
    Cordiali saluti
    Aldo

    Rispondi
    • Silvia Lonardo
      27 agosto 2016 at 11:15 (6 mesi ago)

      Grazie!!
      In bocca al lupo per il trasferimento, prova a vedere la città con gli occhi di un bambino e vedrai che ti piacerà ^_^

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *