Intervista mamme blogger sul settimanale F – ci sono anch’io!

Qualche tempo fa sono stata contattata dal settimanale F per sapere se fossi disponibile a comparire su un articolo a proposito delle mamme blogger.
Ho accettato con piacere e ho risposto all’intervista ^_^

settimanale F

Ieri il giornale è uscito in edicola e insieme ad altre mamme blogger, ci sono anch’io!

io intervista F

Ovviamente per motivi di spazio, l’intervista è stata super tagliata e riassunta, ma un po’ mi dispiace perché mi ero divertita a raccontarmi e penso si sia perso molto dello spirito delle mie risposte, quindi in questo post, voglio riportarla per intero ^_^

Di cosa ti occupi?

In realtà mi occupo di tutto e di niente. Il mio non è il blog di una professionista, ma solo il quaderno degli appunti virtuale di una mamma dai mille interessi.
Mi piace raccontare quello che faccio, se penso possa essere utile, di ispirazione o anche solo strappare un sorriso a chi mi legge.
Il tema intorno a cui gira tutto è sicuramente il mondo dei bambini e delle mamme, mondo che comunque può comprendere molte altre cose oltre alle pappe e ai pannolini!

Com’è nata l’idea? (specificare anche quando è nata)

Quando è nato il mio primo bimbo, quindi nel 2010, avevo voglia di condividere sui social immagini divertenti legati alla maternità.
In quel periodo andavano di moda le pagine su ciò che accomunava le più disparate categorie, cerca e ricerca… niente, quella sulle mamme non la trovo!
Così ho pensato di crearla io 🙂
In pochissimo tempo le immagini hanno iniziato ad essere condivise ovunque e dalle scritte sono passata ai fumetti disegnati da me e poi dopo un po’ ho deciso di creare anche un blog, per scrivere e condividere racconti, idee ed esperienze senza i limiti imposti da uno spazio come Facebook.

Qual è l’aspetto più stimolante?

Avere un blog mi porta ad essere sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da provare e quindi raccontare. Insomma, è uno stimolo a mantenere sempre accesa la mia curiosità.
Oddio, non che ne avessi poi tanto bisogno… anzi, forse dovrei imparare a regolarmi un po’ e smetterla di voler provare a fare, possedere, visitare, studiare qualsiasi cosa mi passi davanti o per la mente.
Comunque una cosa molto bella è che mi ritrovo spesso ad approfondire temi che forse non avrei mai considerato e a scoprire realtà che non conoscevo.
Mi è capitato di visitare aziende, provare prodotti e servizi nuovi, viaggiare… Come dimenticare i giorni a Disneyland Paris o all’isola d’Elba! Esperienze e occasioni preziose, che rappresentano un po’ anche il riconoscimento per l’impegno che ci metto ogni giorno.
La soddisfazione più grande però, me la da la risposta delle mamme che mi leggono. I follower fissi sono circa 70mila e vedere che i miei contenuti, in alcuni periodi, vengono visualizzati da milioni di persone a settimana non può che rendermi orgogliosa e stimolarmi a non fermarmi, ma a creare e condividere ancora 🙂

Quali sono le difficoltà maggiori?

Non nego che oltre alle reazioni positive, ricevo spesso commenti e critiche negative… certe volte anche molto pesanti e personali, che farebbero sicuramente girare le pale boomerang anche a Daltanius, personalmente però questo aspetto non lo considero una difficoltà, nè un particolare fastidio.
E’ semplicemente una parte del gioco e ho imparato a considerarla addirittura divertente.
La vera difficoltà, per me, è invece riuscire a conciliare tutto ciò che ho pianificato di fare, con il reale tempo che ho a disposizione.
Purtroppo io ho un difetto: voglio fare tutto e penso pure di potercela fare… quindi accetto collaborazioni, inizio progetti, programmo partecipazioni ad eventi e poi mi ritovo al pc alle 4 di notte a digitare e ingozzarmi di Nutella.

Quanto tempo gli dedichi?

Dipende dal periodo e dal mood del momento. Ultimamente gliene sto dedicando tanto, tra collaborazioni importanti e post personali a cui non voglio rinunciare.
Diciamo che almeno la mattinata di solito la passo tutta davanti al pc, ma devo ammetterlo… un po’ è anche perchè sono una che si distrae facilmente e la metà del tempo alla fine finisco per passarla cazzeggiando pensando “ma sì tanto ho ancora un sacco di tempo”, per poi accorgermi che è già ora di andare a riprendere i bambini a scuola!
E quando i bambini sono a casa cerco di dedicare il mio tempo a loro.

E’ solo un hobby o anche una fonte di guadagno?

Nato esclusivamente come hobby, negli ultimi tempi mi ha aperto la porta anche a possibilità di guadagno. Oltre ai banner che ospito sul sito, mi capita di essere contattata per la realizzazione di vignette su commissione e post sponsorizzati.
Sono occasioni che colgo, ma solo quando il mio interesse è sincero.
Ho rifiutato parecchie proposte che riguardavano argomenti o prodotti che non mi sentivo di consigliare o che, per quanto buoni, non c’entravano niente con me.
L’approccio che ho con Cose da Mamme per me è lo stesso del giorno in cui è nato.
Non è un business. Non è un lavoro che devo fare per forza.
Se mi vengono proposte collaborazioni che mi piacciono dalle quali posso anche guadagnare qualcosa bene, altrimenti ne faccio a meno…e va bene lo stesso!

Progetti futuri?

Per quanto riguarda il blog, non sono una che progetta le cose in anticipo. Non ho una strategia nè un piano editoriale. Vedo semplicemente, giorno per giorno, da che parte mi portano le mie idee… che normalmente si materializzano mentre sono sotto la doccia, perciò in pratica dipenderà tutto dal numero di docce che farò.
Ecco, una cosa su cui fantastico da un po’ è l’idea di pubblicare un piccolo libro con le ie vignette, lo immagino come regalo da fare ad una futura mamma o neomamma, come modo per alleggerire l’attesa e sdrammatizzare le difficoltà che ci si trova ad affrontare con un neonato. Chissà se prima o poi riuscirò a realizzarlo davvero!

Cosa consigli a chi vuole aprire un blog?

Ci sono tanti motivi validi per voler aprire un blog e tanti modi giusti per farlo.
La strada non è una sola, ma il consiglio che mi sento di dare è questo: parla di ciò che realmente ti piace e fallo nel modo in cui pare a te.
Fregatene delle regole del “perfetto blogger”, delle cose che gli altri dicono di fare o non fare. Il blog non lo devi mica scrivere per gli altri, ma per te!
Credi in quello che scrivi e nella tua passione, fosse anche l’idea più strana del mondo.
Non pensare all’approvazione dei lettori o alle prospettive di guadagno, quelle sono cose che se sarai bravo a coinvolgere gli altri con il tuo entusiasmo, arriveranno da sole.

E se non dovessero arrivare, per lo meno ti sarai divertito!

Share Button

2 comments on Intervista mamme blogger sul settimanale F – ci sono anch’io!

  1. Elaiza
    6 maggio 2016 at 21:45 (2 anni ago)

    Bah, così molto meglio!
    Si capisce più di te. Complimenti comunque, stai crescendo tanto.
    A volte non mi ritrovo in alcune cose o modi di vedere le cose, ma non mi sognerei mai di criticarti o offenderti, come dici che ogni tanto ti succede. Gli haters sono fuori di testa. Se non ti piace una cosa non la leggi. Punto

    Comunque, continua così 🙂

    Elaiza

    http://Www.elisacuoreviola.blogspot.it

    Rispondi
    • Silvia Lonardo
      7 maggio 2016 at 22:50 (2 anni ago)

      Le critiche espresse educatamente sono sempre ben accette ^_^ possono essere uno spunto di discussione, ma purtroppo c’è anche chi va ben oltre, evidentemente non hanno di meglio da fare 😉 …l’importante però è non dargli peso!
      Grazie per il commento ^_^

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *